EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Francia, sì alla sperimentazione sulla cannabis terapeutica

 Francia, sì alla sperimentazione sulla cannabis terapeutica
Diritti d'autore 
Di Antonio Michele Storto
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dal 2020 al 2022, 3mila pazienti potranno accedere ai derivati dei cannabinoidi per la cura del dolore cronico

PUBBLICITÀ

La Francia apre alla cannabis per uso terapeutico nella cura del dolore cronico. L'Assemblea Nazionale ha autorizzato una sperimentazione che a partire dal 2020 e per i successivi due anni coinvolgerà 3000 pazienti affetti da gravi problemi di salute.

I derivati della cannabis - secondo i sostenitori dell'impiego a scopi terapeutici - possono essere utilizzati nella cura della sclerosi multipla, per alleviare i sintomi di epilessia e dolore neuropatico, e per lenire gli effetti collaterali della chemioterapia, o delle cure palliative

La Francia non consente la produzione di cannabis, che rientra nell'elenco delle sostanze stupefacenti; la sperimentazione appena approvata dovrà dunque appoggiarsi a una catena di approvvigionamento. 

Al momento, la cannabis per uso medico è già utiluizzata in una trentina di paesi: i precursori sono stati Canada, Paesi Bassi e Israele, mentre anche 21 dei 28 paesi dell'Unione Europea ne permettono l'uso a diversi livelli.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svolta della Francia su pratiche dolorose agli animali

Cannabis sì, cannabis no: la questione "personale" e l'industria in Europa

Il Lussemburgo potrebbe diventare il primo paese della Ue a legalizzare la cannabis