Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Brexit: Dublino boccia i centri di sdoganamento alla frontiera

Brexit: Dublino boccia i centri di sdoganamento alla frontiera
Diritti d'autore
REUTERS/Peter Nicholls
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un'ipotesi fuori discussione. Il ministro degli Esteri irlandese, Simon Coveney, ha bocciato senza appello la proposta che il governo di Londra si accinge a presentare ai negoziatori di Bruxelles, per superare il difficile nodo del cosiddetto backstop al confine tra Irlanda e Irlanda del Nord: istituire dei centri di sdoganamento da entrambi i lati della frontiera.

Un'ipotesi che Downing Street formalizzerà nella speranza di riuscire a chiudere entro il 19 ottobre un accordo che salvi il divorzio dall'Unione.

Niente backstop, dunque, ma una specie di zona economica i cui confini coinciderebbero con quelli del'intera Irlanda e che consentirebbe - secondo il governo - ai prodotti agricoli di muoversi liberamente.

In vista dell'incontro del 17 ottobre, trapela da Dowining Street l'intenzione di chiedere che sia Bruxelles a escludere ritardi sulla data ultima del 31 ottobre: un modo per aggirare la legge approvata dal parlamento inglese che obbliga Johnson a chiedere un rinvio della Brexit in caso di no deal.