ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Migranti, arrivi irregolari ridotti di un quarto nel 2019

euronews_icons_loading
090525-N-4774B-032 .Gulf of Aden
090525-N-4774B-032 .Gulf of Aden
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli arrivi illegali in Europa sono calati di un quarto nel 2019, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Ma i mesi estivi rimangono i più critici, con un incremento del 9% fra luglio e agosto. Emerge dai dati di Frontex, agenzia europea della guardia di frontiera e costiera.

In tutto gli arrivi sono stati 68 700. Di questi, sempre meno migranti scelgono la tratta più pericolosa, quella del Mediterraneo centrale, per raggiungere le coste europee. Gli sbarchi sulle rive italiane e maltesi sono ridotti a un terzo di quelli di un anno fa: 6570 arrivi. Una cifra che impallidisce davanti agli oltre 38mila che ha dovuto affrontare la Grecia, dove invece c'è stata una crescita del 10% ad agosto.

Più di 26mila persone si trovano in questo momento nei campi profughi di Lesbo, Samos e Chios. Puntano a raggiungere l'Europa centrale, ma sono in pochi a riuscirci. La stretta dei governi balcanici e l'accordo con il governo turco ha quasi dimezzato i passaggi, quest'anno, in confronto al 2018.