Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Elezioni locali in Russia: seggi chiusi. Il voto un test per Putin

Elezioni locali in Russia: seggi chiusi. Il voto un test per Putin
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Settemilioni e 300 mila i cittadini che sono stati chiamati a votare nella giornata di domenica 8 settembre per le elezioni locali in Russia. I risultati di Mosca quelli piu' attesi.

Arretra infatti il partito di Putin a Mosca e perde il seggio il capo di Russia unita. L'opposizione (benché in gran parte 'di sistema') prenderà così 20 seggi al Parlamento di Mosca (sui 45 disponibili). Sono i risultati emersi dalle elezioni locali della Duma. Gli ultimi conteggi ancora da sciogliere erano proprio quelli di Mosca un test per Vladimir Putin.

Intercettato al seggio elettorale presso l'Accademia delle scienze russa, per esprimere il suo voto, il presidente Vladimir Putin risponde alla domanda di un giornalista sulla questione dei candidati, sottolineando che a importare "non è la quantità ma la qualità dei candidati espressi".

A Mosca, infatti, sono circa 200 i candidati al Parlamento cittadino, solo uno ammesso è appartenente all’opposizione.

Aleksej Navalnyj, Ljubov Sobol dell'opposizione, e i loro collaboratori, hanno lanciato la piattaforma per il “Voto intelligente” che, in base alla propria circoscrizione, suggerisce il politico da votare per affossare il candidato del partito al potere Russia Unita.

"Lo considereremo come un successo" - ha detto ai giornalisti Aleksej Navalnyj - "se il numero dei deputati di Russia Unita ne uscirà ridotto. L'ultima volta ha ottenuto 40 mandati su 45. Se ne ottengono anche uno in meno sarà un buon risultato, ma speriamo di poter esercitare maggiore pressione".

Ella Pamfilova, la responsabile della Commissione del centro elettorale, ha chiesto grande trasparenza durante i conteggi e che sia rispettata la presenza dei media:

"Tutti gli osservatori devono essere presenti durante il conteggio dei voti e le telecamere devono essere funzionanti. Ogni cosa dovrà essere trasparente. nessuno scherzo, tutto deve essere chiaro e visibile. Non abbiamo nulla da nascondere. Anche rappresentanti dei media dovrebbero essere presenti. E spero che in questa fase non si verificherà alcun tipo di violazione", ha affermato la Pamfilova.

I risultati preliminari del voto sono già conosciuti per la quasi totalità del territorio della Federazione Russa dove Russia Unita, il partito al potere, appunto ha ribadito la sua leadership. A Mosca, intanto, dopo la chiusura dei seggi, non sono stati diffusi né sondaggi, né alcun risultato preliminare. Nella capitale l'affluenza è stata bassa: alle 18, ora locale si era recato ai seggi solo il 17,2% degli elettori.

Un voto di grande importanza soprattutto per Putin dopo l'ondata di proteste dell'estate e la dura repressione seguita insieme ai numerosi arresti.