EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Brexit, i Conservatori perdono pezzi

Brexit, i Conservatori perdono pezzi
Diritti d'autore 
Di Michele Carlino
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In molti lasciano il partito per protesta con la gestione della Brexit di Boris Johnson

PUBBLICITÀ

Ora la gara è a chi lascia il governo. Tra i nuovi scontenti della gestione del dossier Brexit da parte di Boris Johnson c'è anche suo fratello Jo, che si è dimesso da ministro dell'Università spiegando di sentirsi "stretto tra il dovere di lealtà familiare e la difesa dell'interesse pubblico".

Prima di lui aveva gettato la spugna l'ex ministro delle Finanze Hammond, alla testa di un manipolo di una ventina di deputati conservatori impazienti di votare contro il governo conservatore. Intanto qualcuno annuncia polemicamente che non si candiderà più coi tories, come ha fatto il nipote di Winston Churchill, il cui appassionato discorso di addio ha commosso i membri della Camera.

Nicholas Soames: "Signor presidente, non correrò alle prossime elezioni, dati i miei 37 anni di vita politica trascorsi in questa Camera, della cui appartenenza sono oltremodo fiero e onorato. Soltanto mi dispiace chiudere in queste condizioni".

Lo scontro interno diventa una vera guerra senza quartiere

La tensione e le divisioni in campo conservatore non frenano i sostenori di Boris Johnson e della sua visione di una Brexit costi-quel-che-costi. Nigel Evans collabora con il primo ministro: "Quelli che ora si ribellano sapevano da due giorni che ci sarebbe stato un voto di fiducia. Alcuni di loro sono miei vecchi amici (...). Credo che Boris potrebbe parlargli, anche in questa fase avanzata, per discutere anche delle loro scelte in vista delle future elezioni".

Lo scontro interno ai tories comincia a somigliare a una guerra senza quartiere, con il leader e premier impegnato a punire i suoi oppositori politici, rendendo visibile uno scollamento sempre piu ampio tra cittadini e politica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brexit e Ue: intervista a Jean Claude Trichet ex presidente della BCE

Diagnosi di tumore per re Carlo III, il principe William e Camilla assumeranno impegni pubblici

Irlanda del Nord, Rishi Sunak incontra il nuovo governo locale: O'Neill e Little-Pengelly