ULTIM'ORA

Placido Domingo accusato di molestie

Placido Domingo accusato di molestie
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nove donne accusano Placido Domingo di averle molestate. L'Associated press ha raccolto le testimonianze di 8 cantanti e una ballerina che dagli anni 80 dicono di essere state importunate dal tenore. Sette di queste sono sicure che aver respinto le sue avance le ha penalizzate nella carriera, scrive Ap.

Patricia Wulf

"Guardava il mio seno e diceva: come state? Parlava al mio seno" dice Patricia Wulf, l'unica a uscire dall'anonimato. L'Associated press assicura di aver un'altra trentina di testimonianze dei comportamenti inadeguati del cantante.

La cantante lirica afferma che ogni sera lui le chiedeva insistentemente se tornava a casa. L'Associated press ha raccolto anche la testimonianza di un collega che la riaccompagnava in auto perché aveva paura di andarci da sola. La donna dice che il comportamento del tenore ha influenzato in seguito i suoi rapporti con i colleghi.

"Sapevo di non essere la sola. So che si è comportato così in molti posti, in molte compagnie" dice la mezzosoprano, ora in pensione. Gli episodi che racconta risalgono a quando, da giovane, lavorava al Washington Opera.

"Rabbia e paura era quello che provavo. E poi pensavo: ho detto no al vertice del settore, cosa ne sarà della mia carriera. Ci ho messo dieci anni per arrivare su quel palcoscenico" dice ad Ap Patricia Wulf.

La replica del tenore

Placido Domingo si difende: "Le affermazioni fatte da questi anonimi e che risalgono a 30 anni fa sono fastidiose e così come presentate inaccurate. Mi fa male sentire che ho infastidito o fatto sentire a disagio qualcuno, nonostante le mie buone intenzioni e malgrado il tempo trascorso. Ho sempre pensato che le mie interazioni e le mie relazioni fossero benvenute e consensuali. Riconosco comunque che le regole e gli standard con i quali siamo giustamente valutati oggi sono diversi da quelli del passato".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.