ULTIM'ORA
euronews_icons_loading
Ai nazionalisti polacchi non piace il Gay Pride

"L'amore non è un peccato" e "Uguaglianza". La città di Bialystok aveva accolto con questi striscioni il suo primo Gay Pride, ma la festa è stata rovinata dagli ultranazionalisti polacchi.

Quindici persone sono state arrestate per aver attaccato il corteo di circa 800 manifestanti dopo aver interrotto la marcia più volte con lanci di petardi, pietre e bottiglie.

I partecipanti hanno continuato la loro marcia senza rispondere alle provocazioni.