Monsoni: morti e allagamenti, in Nepal il bilancio più grave

Monsoni: morti e allagamenti, in Nepal il bilancio più grave
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il sud-est asiatico colpito dai monsoni morti e sfollati in Nepal, India e Bangladesh

PUBBLICITÀ

Cina, Bangladesh, India, Nepal. La stagione dei monsoni arriva nel sud-est dell'Asia e come ogni anno porta rigenerazione ma anche morte, soprattutto nelle zone rurali. 

In Nepal al momento il bilancio più tragico: le forti piogge e gli allagamenti che da giovedì affliggono per lo più il sud-est del Paese hanno fatto una cinquantina di morti, almeno 33 sono i dispersi. 

Nel nord-est dell'India, nella regione di Assam, il monsone ha fatto 11 vittime e decine di migliaia di sfollati, alcuni finiti in campi di soccorso.

Morti anche in Bangladesh dove 11 persone sono state uccise dai fulmini, altre, una decina, sono decedute nelle inondazioni che hanno colpito il più grande campo profughi Rohingya al confine col Myanmar.

La stagione dei mosoni durerà fino a settembre. L'anno scorso la regione più colpita fu quella indiana del Kerala con 1200 morti e le peggiori inondazioni degli ultimi 100 anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giappone travolto dalle piogge

Inondazioni in Kazakistan, fatte esplodere le dighe artificiali per evitare nuovi allagamenti

Inondazioni in Russia, proteste dei cittadini a Orsk: chiesto un risarcimento per i danni