Francia 2019: Olanda-Svezia vale un posto in finale

L'olandese Dominque Bloodworth. 24 anni, Gioca nel Wolfsburg, ruolo difensore.
L'olandese Dominque Bloodworth. 24 anni, Gioca nel Wolfsburg, ruolo difensore.
Dimensioni di testo Aa Aa

Olanda-Svezia è la seconda semifinale dei Mondiali femminili di calcio Francia 2019.
Si gioca mercoledi sera, 3 luglio, al Groupama Stadium di Lione (fischio d'inizio ore 21). Previsti 59.000 spettatori.
Nello stesso impianto, si giocherà la finale domenica 7 luglio.

Rivincita, due anni dopo

Tra olandesi e svedesi è anche la rivincita del quarto di finale degli Europei 2017, giocati in Olanda e vinti proprio dalle orange. Quella volta finì 2-0, ma stavolta il pronostico è assolutamente equilibrato.

Nell'Olanda, giustiziera delle azzurre, l'attacco voluto dalla ct Sarina Wiegman è pericolosissimo: occhio a Lieke Martens (gioca nel Barcellona, è alla prese con un infortunio al ginocchio, ma stringerà i denti) e Shanice Van de Sanden (gioca proprio nell'0lympique Lyonnais).

Sarina Wiegman, 49 anni, ct dell'Olanda.

Prima volta olandese o seconda volta svedese?

Per le olandesi sarebbe la prima finale di Coppa del Mondo. Sarebbe la seconda, invece, per le svedesi, 16 anni dopo Usa 2003, battute dalla Germania.

Peter Gerhardsson, ct svedese.

Partita in sordina, la Svezia è tornata grande nel quarto di finale, proprio contro le tedesche sconfitte 2-1. Stina Blackstenius (milita in Svezia nel Linköpings FC) e Sofia Jakobsson (gioca in Francia, nel Montpellier) sono le leader della squadra scandinava, guidata dal commissario tecnico Peter Gerhardsson.

Questione di cabale

La cabala è per le svedesi: in 5 edizioni dei mondiali, chi ha eliminato la Germania ha poi vinto la coppa. Quindi...

La centrocampista svedese Nilla Fischer. 35 anni, gioca nel Wolfsburg.

AGGIORNAMENTO DEL 3 LUGLIO 2019