Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Si negozia l'accordo UE-Mercosur: i dubbi e le opportunità

Si negozia l'accordo UE-Mercosur: i dubbi e le opportunità
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

I piccoli produttori di carni bovine europei temono perdite a causa di possibili maggiori importazioni da paesi come il Brasile, il secondo più grande produttore di carne al mondo. La carne è uno dei punti più controversi nelle discussioni sull'accordo commerciale UE-Mercosur sul tavolo a Bruxelles questa settimana. Le importazioni dal continente sudamericano rappresentano meno dell'uno per cento della carne consumata in Europa, ma Yves Desbruyères, allevatore belga, è preoccupato.

"Vorrei fare a meno dei sussidi e proporre un prezzo equo per i nostri prodotti, ma se aumentano i prodotti provenienti dal Mercosur, dove si pagano meno contributi e meno tasse, allora non possiamo essere competitivi con quei paesi. Spero che i vostri spettatori si rendano conto che mangiando prodotti locali belgi aiutano a preservare il nostro ambiente e gli ecosistemi", ci racconta.

L'UE è il principale partner commerciale di Mercorsur: un blocco composto da Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay.

Due gruppi di stati membri europei hanno inviato una lettera alla Commissione europea di recente. Da una parte Francia e Polonia chiedono "misure per proteggere l'economia rurale".

Dall'altra parte sette paesi, tra cui Germania e Spagna, chiedono che l'accordo sia finalizzato al più presto.

Zucchero, etanolo, succo d'arancia, pollame e riso sono tra gli altri prodotti Mercosur inclusi nell'accordo, che è stato negoziato per la prima volta nel 1999.

Inlcusi anche servizi e appalti pubblici. Luigi Gambardella, presidente dell'associazione UE-Brasile, suggerisce una maggiore cooperazione nelle industrie digitali, che hanno un potenziale economico più elevato per il futuro.

"Perché non abbiamo una strategia comune sull'intelligenza artificiale? L'Europa ha appena presentato la sua strategia ... perché non lavoriamo insieme, perché non creiamo un'area comune per i servizi cosiddetti cloud? Mi piacerebbe vedere una maggiore coo perazione nel campo delle start up tecnologiche: questo tipo di cose sono ancora più importanti dell'esportazione di manzo".

L'UE vorrebbe vendere ai 270 milioni di consumatori di quei quattro paesi più automobili e le sue componenti, macchinari, prodotti farmaceutici e chimici, ma anche vino e prodotti lattiero-caseari.

Le istituzioni europee intendono combattere il protezionismo con accordi commerciali più equi.

"Nell'accordo commerciale concreto con il Mercosur c'è un capitolo sullo sviluppo sostenibile che sarebbe il più ambizioso di tutti gli altri finora firmato e una chiara protezione dei diritti umani. Si tratta di un modello in cui l'UE non esporta solo beni o servizi, ma esporta valori e principi: davanti alla "regola del più forte" di Donald Trump vuole imporre, mostriamo una politica commerciale diversa ", afferma

Inmaculada Rodríguez-Piñero, eurodeputata socialista spagnola.

Ma nuove proteste sono dietro l'angolo . I due partner vogliono concludere l'accordo prima che si insedi prossima Commissione europea.