Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nave saudita a Cagliari, "bombe a Yemen"

Nave saudita a Cagliari, "bombe a Yemen"
Denuncia Cgil e Rete disarmo, "Governo italiano continua tacere"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 31 MAG – “I nostri porti continuano ad
essere meta di navi del gruppo Bahri per i rifornimenti bellici
ai Paesi sauditi”. E’ l’allarme lanciato dal segretario
nazionale della Filt Cgil, Natale Colombo, a seguito
dell’attracco all’alba di oggi a Cagliari del cargo con bandiera
saudita Bahri Tabuk. Per il sindacalista, “il governo continua a
tacere nonostante le denunce e le manifestazioni di protesta che
ci hanno già visti impegnati in analoghi casi, prima a Genova e
poi a Monfalcone”. Secondo quanto riferisce Colombo, “anche a Cagliari, come a
Monfalcone, è stato nascosto per agire indisturbati l’arrivo
della nave con la sua missione volta a completare il proprio
carico di armamenti ed esplosivi. Noi diciamo basta alle morti
innocenti, non vogliamo essere complici delle stragi di
incolpevoli civili e continuiamo ad essere fermamente contrari a
tali rifornimenti perché violano gravemente le norme nazionali,
europee ed internazionali”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.