Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boris Johnson di fronte ai giudici

Boris Johnson di fronte ai giudici
Diritti d'autore
REUTERS/Darren Staples/File Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Boris Johnson, considerato uno favorito a rimpiazzare Theresa May alla guida del governo britannico, si è presentato davanti ai giudici per difendersi dalle accuse di aver mentito ai cittadini sulla Brexit. Jonson, ex ministro degli esteri ed ex sindaco di Londra è accusato di tre infrazioni. Avrebbe affermato cose non vere agli elettori prima e dopo il referendum che ha sancito la vittoria dei pro Brexit alla consultazione referendaria.

Malgrado tutto però, e soprattutto dopo la vittoria di un partito pro Brexit alle ultime elezioi europee, questo non dovrebbe creargli troppi problemi afferma un suo sodale fra i conservatori: "Non credo che queste accuse facciano molta differenza nelle chance di Boris. È di gran lunga il candidato più qualificato e può rastrellare consensi anche fra i progressisti di Londra. La gente capirtà che si tratta di un processo politico e io credo che sia sbagliato usare la giustizia a fini politici".

A lanciare l’accusa e a presentare la denuncia contro Johnson è stato un imprenditore 29enne, Marcus Ball, che ha raccolto più di 400mila sterline con una campagna di crowdfunding per finanziare il procedimento legale.