Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mondiali femminili, famiglie divise allo stadio: critiche alla gestione biglietti FIFA

Mondiali femminili, famiglie divise allo stadio: critiche alla gestione biglietti FIFA
Diritti d'autore
REUTERS/Arnd Wiegmann/File Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'organo di governo mondiale del calcio, la FIFA, sta cercando di arginare le critiche dei tifosi sui social media, arrabbiati per aver acquistato più biglietti per i Mondiali femminili, salvo scoprire poi che i posti non erano stati assegnati l'uno accanto all'altro.

Chi è in possesso di un tagliando ha potuto scaricarlo e stamparlo a partire da lunedì 20 maggio. In quel momento, tuttavia, alcuni genitori hanno scoperto di non potersi sedere accanto ai propri figli, anche minorenni.

Gli organizzatori del torneo, in programma in Francia dal 7 giugno al 7 luglio prossimo, hanno inizialmente fatto sapere che non avrebbero potuto fare nulla se non per i genitori con figli di età inferiore ai 18 anni. Quindi, in un successivo comunicato, hanno dichiarato che meno dell'1% dei tifosi con biglietti per le semifinali e la finale si sono trovato ad affrontare problemi di assegnazione dei posti a sedere. Le semifinali e la finale della Coppa del Mondo femminile si terranno a Lione.

"I precedenti tweet riguardanti l'assegnazione dei biglietti per la Coppa del Mondo femminile FIFA sono stati pubblicati senza una piena comprensione della situazione e ci scusiamo per questo", ha scritto la sezione per il calcio femminile della FIFA.

"La FIFA e il comitato organizzatore locale sono fiduciosi che i problemi saranno risolti e i tifosi potranno godersi le partite come previsto".

Le assicurazioni non hanno tranquillizzato però i tifosi, che sui social hanno suggerito come il problema fosse più diffuso, chiedendo maggiori garanzie.

L'utente Twitter Gareth James si è lamentato di essere costretto a sedersi lontano dalle sue due figlie e non si sarebbe recato allo stadio se la situazione non si fosse risolta.

Un fan di nome Mike Swanson ha detto di essere distrutto dopo la scoperta che la sua famiglia di cinque membri, tra cui tre figli, sarebbe stata distribuita su tre file diverse.

"Doveva essere un viaggio familiare e non possiamo nemmeno sederci insieme come una famiglia", ha scritto in un tweet. "Che delusione. Non sono per nulla un cliente felice". La FIFA ha quindi fatto sapere di stare lavorando ad una soluzione. "Dei 1,3 milioni di biglietti in vendita per il torneo, si stima che solamente un numero limitato di tifosi non abbiano i posti a sedere affiancati".