Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Minsk, capitale della Street Art

Minsk, capitale della Street Art
Dimensioni di testo Aa Aa

Graffiti giganti sui muri degli edifici industriali. Una raffica di colori tra l'architettura sorda e pesante di tipo sovietico. Siamo a Minsk, in una delle vie più insolite della capitale bielorussa: via Oktyabrskaya.

È difficile da credere, ma pochi anni fa questa era una tipica strada alla periferia di Minsk con edifici industriali semiabbandonati e poco altro. Tuttavia, grazie agli artisti di strada e a una nuova ondata di architetti e designer, la strada è cambiata completamente, diventando un centro di attrazione per i giovani creativi.

Abbiamo incontrato Apti Eziev, stilista bielorusso, che spesso viene in questa strada in cerca di ispirazione. Crede che questo posto sia diventato, in un certo senso, un centro culturale della città di Minsk ".

Apti Eziev, stilista
"Negli ultimi 5 anni, questa strada è diventata, forse, la più brillante a Minsk. Grazie a questa strada, Minsk è diventata più libera, respira di più, perché ai giovani mancava lo spazio per l'auto-espressione. Persone che vengono da altre città sono così impressionate da non voler nemmeno tornare a casa".

Tutto è iniziato nel 2014 quando un gruppo di artisti di strada brasiliani è venuto a Minsk per dipingere insieme agli artisti bielorussi. Il risultato di questa collaborazione lo vediamo oggi su questa strada. Si puo' facilmente passare l'intera giornata ad ammirare il lavoro degli artisti urbani in quest'area. Ma non sono solo gli artisti che oggi sono attratti dalla strada. I turisti adorano anche i bar e i caffè alla moda in via Oktyabrskaya.

Il settore manifatturiero non ha completamente abbandonato la via. Una fabbrica di macchine, la MZOR è tuttora presente anche se le difficoltà finanziarie hanno spinto l'azienda, di proprietà dello Stato a noleggiare o vendere alcune delle sue strutture agli sviluppatori di Oktyabrskaya, ma l'azienda mantiene ancora un po' di produzione con una forza lavoro ridotta.

Per maggiori informazioni clicca qui