Unione Europea: cosa ne pensano i bambini?

Unione Europea: cosa ne pensano i bambini?
Dimensioni di testo Aa Aa

Elezioni europee alle porte, la campagna elettorale impazza. Un affare per adulti, si direbbe, o quanto meno per maggiorenni con diritto di voto. Ma cosa risponderebbero i piu' piccoli, minori e non votanti, se chiedessimo cosa ne pensano loro dell'Europa? Ecco allora una lista di domande e le risposte, raccolte tra i giovanissimi spagnoli e francesi.

LE RISPOSTE DEI RAGAZZI SPAGNOLI

Cos'è per te l'Unione Europea?

Per Ruben, 13 anni, è "un'unione di paesi che si aiutano a vicenda per migliorare". Laura, di 11, pensa sia "l'unione di tutti i paesi europei". Tocca ad Antonio, 14 anni, spiegare il perchè: "Tutti questi paesi si sono uniti per creare regole comuni e aiutarsi gli uni con gli altri".

Perchè il tuo paese è importante per l'Unione Europea?

"Quello che la Spagna dà all'Unione Europea è il sole, il cibo e la cultura" spiega Keira, 13 anni. "La Spagna dà un grande contributo economico all'Unione europea e penso che a causa della Brexit diventerà uno dei Paesi piu' importanti in Europa" conclude Antonio.

Qual'è la prima cosa che faresti se fossi eletto al Parlamento Europeo?

Ruben dà la priorità al clima: "Ora c'è il problema del cambiamento climatico, io per prima cosa tenterei di risolverlo". Keira è d'accordo: "La prima cosa è la tutela dell'ambiente, per avere meno inquinamento e riciclare molto di piu'".

LE RISPOSTE DEI RAGAZZI FRANCESI

Alle stesse domande rispondono i giovani studenti di una scuola media francese.

Cos'è per te l'Unione Europea?

Per Julien, 14 anni, "l'Unione Europea è un simbolo di libertà", Marie invece pensa "a un territorio senza confini, dove ci si muove liberamente", mentre Emma "all'Unione di paesi diversi, con diversi stili di vita".

Perchè il tuo Paese è importante nell'Unione Europea?

"Il mio Paese è importante perchè è un fondatore dell'Unione - spiega Julien. Per Emma è chiaro chi comanda in Europa: insieme alla Germania il mio paese è il motore dell'Unione Europea".

Quale dovrebbe essere la priorità per l'Unione Europea?

Nourhen pensa ai salari: "Vorrei che i salari degli uomini e delle donne fossero uguali", come Marie secondo la quale la prima cosa da fare è "stabilire un salario minimo comune a tutti i Paesi europei"

Mentre Pierrick vorrebbe "che le leggi degli Stati Europei fossero piu' simili tra loro" e Alix "evitare conflitti futuri tra Paesi europei".

Idee chiare e semplici, di cui i candidati al Parlamento di Strasburgo possono prendere nota.