ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Via a Cannes tra morti viventi e dichiarazioni politiche

Via a Cannes tra morti viventi e dichiarazioni politiche
Dimensioni di testo Aa Aa

Srotolato il tappeto rosso di Cannes, vip sula croisette. Tutto come secondo tradizione questo martedì è partita la 72esima edizione del festival del cinema francese. Tra le star arrivate al Grand Théâtre Lumière al Palais des Festivals Bill Murray, Julianne Moore, Virginie Ledoyen, Tilda Winston.

Tanti i grandi registi in concorso da Quentin Tarantino a Pedro Almodovar a Terrence Malick. Per l'Italia in gara solo Marco Bellocchio con 'il Traditore' film sul pentito di mafia Tommaso Buscetta.

A condurre la cerimonia d' apertura sono stati Javier Bardem e Charlotte Gainsbourg.

Presidente della giuria il regista messicano Alejandro Gonzales Iñárritu che a margine dell'inaugurazione non si è sottratto a sollecitazioni politiche e ha attaccato Donald Trump per i muri contro i migranti.

Accanto a lui in giuria il regista greco Yorgos Lanthimos reduce del trionfo de La favorita, il polacco Pawel Pawlikowski protagonista dell'ultima stagione con Cold War e il cineasta e fumettista Enki Bilal. Primo film in proiezione "The Dead Don’t Die", del regista americano Jim Jarmusch. La commedia horror è un dichiarato omaggio a George Romero e alla sua Notte dei morti viventi.

Un film, in uscita a giugno, alla fine si andrà a vedere per il cast Tom Waits, Bill Murray, Iggy Pop, Adam Drive e Tilda Swinton. Il festival si chiuderà il 25 maggio.