ULTIM'ORA
euronews_icons_loading
Papa Francesco durante il suo messaggio Pasquale "Urbi et orbi"

Solenne Messa presieduta dal Pontefice sul sagrato della Basilica Vaticana.

Nel suo messaggio parole per il Medio Oriente, per la Libia, per il Venezuela e per lo Sri Lanka, dopo gli attentati avvenuti nella giornata di Pasqua, dove una serie di esplosioni hanno provocato oltre 200 morti e superato i 450 feriti.

Bergoglio ha poi ripetuto, in occasione del messaggio pasquale Urbi et Orbi, il suo pensiero espresso costantemente negli ultimi giorni: "Costruire ponti, non muri": "Il Risorto, che ha spalancato le porte del sepolcro, apra i nostri cuori alle necessità dei bisognosi, degli indifesi, dei poveri, dei disoccupati, degli emarginati, di chi bussa alla nostra porta in cerca di pane, di un rifugio e del riconoscimento della sua dignità", ha detto il Pontefice