ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Prima pietra per l'hospice di Piano

Prima pietra per l'hospice di Piano
L'archistar a Bologna, 'Costruire è l'opposto di distruggere'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – BOLOGNA, 18 APR – “Un hospice pediatrico è difficile
da immaginare, perché non riesci a metterti nei panni di chi poi
lo dovrà vivere. È difficile parlarne… Sarà una grande casa
sospesa tra gli alberi”. Lo ha detto un emozionato Renzo Piano,
descrivendo il progetto di cui è stata posata la prima pietra a
Bologna, struttura promossa della Fondazione Hospice Mariateresa
Chiantore Seragnoli Onlus nell’area dell’ospedale Bellaria.
“Costruire è l’opposto di distruggere: se costruisci un luogo di
compassione e passione e di solidarietà, è positivo”, ha
aggiunto l’archistar. L’idea è di un edificio che si sollevi dal terreno per
abitare uno spazio leggero e luminoso, con gli occhi dei piccoli
residenti all’altezza della chioma degli alberi. “Il bello aiuta
a curare. Qui saranno ospitati bambini che non riusciremo a
guarire fino in fondo, ma sono bambini di cui ci dovremo
prendere cura. Un ambiente bello sostiene i bambini e le
famiglie”, ha detto Sergio Amarri, coordinatore rete RER per le
Cure palliative pediatriche.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.