ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

California: moratoria sulla pena di morte

California: moratoria sulla pena di morte
Diritti d'autore
Kyodo/File Photo via REUTERS
Dimensioni di testo Aa Aa

Lo aveva promesso in campagna elettorale e l'annuncio è atteso per questo mercoledi. Il governatore della California, Gavin Newson, intende approvare una moratoria completa della pena di morte nello Stato, sospendendo le esecuzioni a tutti e 737 detenuti attualmente rinchiusi nel braccio della morte.

Il governatore della California, Gavin Newson

Tra i 30 Stati che applicano la pena di morte negli Stati Uniti, la California è quello con il piu' alto numero di condannati sebbene nella sua storia abbia eseguito in tutto solo 13 condanne. Dal 2006 inoltre, le esecuzioni sono state sospese per via delle cause intentate dalle famiglie dei detenuti uccisi . Sotto accusa il cocktail di farmaci utilizzato nelle carceri, la cui componente sedativa ha fallito in piu' di un'occasione, infliggendo al condannato atroci sofferenze fino al sopraggiungere della morte.

La mappa della pena di morte negli Stati Uniti

IL "PENTOBARBITAL" NON E' PIU' DISPONIBILE

Il problema ¨è la scarsa reperibilità del Pentobarbital, nome commerciale Nembutal, un barbiturico prodotto da una società danese usato principalmente in veterinaria e solo in seguito applicato anche ai casi di esecuzioni per pena capitale nei Paesi Bassi e negli Stati Uniti (fino ad oggi il farmaco è stato usato negli Stati Uniti in 13 esecuzioni capitali).

In seguito alla denuncia della ONG inglese Reprieve e alla campagna di stampa che ne è seguita in Danimarca contro l'uso del farmaco in occasione dell'esecuzione di condannati a morte, le vendite di Pentobarbital sono state bloccate lasciando gli Stati Uniti sprovvisti della sostanza.

ESECUZIONI CAPITALI TRA VECCHI E NUOVI METODI

Gli Stati che eseguono ancora condanne a morte sono passati a nuovi metodi, spesso rivelatisi inefficaci perchè in grado di infliggere ai detenuti terribili agonie. L'Oklahoma ha di recente introdotto l'esecuzione capitale per mezzo di inalazione di azoto, mentre lo scorso marzo lo Utah ha riesumato il plotone di esecuzione, bandito nel 2004, proprio nei casi in cui i farmaci non facciano effetto.

Negli Stati Uniti la pena di morte non ha piu' il supporto di una volta. In un recente articolo The Economist ha analizzato le ragioni che sarebbero alla base del progressivo indebolimento fronte dei favorevoli alla pena di morte nella società statunitense dove, negli ultimi 20 anni, si è registrato un progressivo calo del numero delle esecuzioni. Il Texas, stato tradizionalmente piu' attivo in materia, nel 2000 ha mandato nel braccio della morte 40 persone, ma solo 7 rispettivamente nel 2016 e nel 2017.

LO SPECIALE DI EURONEWS SULLA PENA DI MORTE

Guarda lo Speciale sulla pena di morte della redazione italiana di Euronews, realizzato in occasione del centenario dell'ultima esecuzione capitale avvenuta a Marsiglia il 9 settembre del 1977. Un focus particolare è dedicato all'Italia, paese di Cesare Beccaria ultimamente riscopertosi piu' indulgente nei confronti della pena capitale.

Oggi, ieri (e domani?): la pena di morte tra presente e passato

I giovani italiani sedotti dalla pena di morte

L'ultima ghigliottina

Una legittima vendetta di Stato?

L'Italia e la pena di morte