EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Frontex: l'emergenza è finita ma non abbassiamo la guardia

Frontex: l'emergenza è finita ma non abbassiamo la guardia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il direttore dell'agenzia europea che tutela i confini esterni dell'Unione europea presenta l'ultimo rapporto con i dati del 2018. Il flusso dei migranti diminuisce ma Frontex resta in prima linea

PUBBLICITÀ

Il numero di migranti clandestini che entrano nell'Unione europea è diminuito drasticamente per il terzo anno consecutivo nel 2018, ma gli arrivi rimangono elevati e sono necessari controlli più rigorosi alle frontiere, così Fabrice Leggeri, il direttore di Frontex, l'agenzia europea che aiuta i Paesi del club comunitario nella gestione e nel controllo delle proprie frontiere.

"Al momento non siamo nel bel mezzo di una crisi migratoria , ma ovviamente che c'è ancora una certa pressione alle frontiere esterne , ed è per questo che stiamo schierando più uomini e forze per giocare d'anticipo.

Se la pressione sull'Europa si è allentata in generale, è invece cresciuta sulla Spagna. Nel primo mese dell'anno c'è stato comunque un calo del 18% rispetto al mese precedente, ma i numeri sono raddoppiati rispetto a gennaio 2018.

Sempre stando ai dati di Frontex, i 27 hanno respinto l'ingresso nell'Unione di 191 mila persone nel 2018 , erano 180 mila nel 2017.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Soccorso ai migranti nel Mediterraneo, come cambiano le regole

Frontex promette di aiutare l'Italia ma i Paesi UE si girano dall'altra parte

Le Ong salvano i migranti troppo vicino alle coste libiche secondo Frontex