Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Entra in vigore l'accordo EU-Giappone: sfida a Usa e Cina

Entra in vigore l'accordo EU-Giappone: sfida a Usa e Cina
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Venerdì 1. febbraio è sntrato in vigore il JEFTA, l'accordo di partnership economica l'Unione Europea e Giappone.

Il giorno della firma a Tokyo.

La firma risale al 17 luglio 2018 a Tokyo, tra Jean.Claude Juncker, Donald Tusk e il Primo Ministro giapponese **Shinzō Abe**.
Nasce cosi un'area di libero scambio che copre un terzo dell'economia mondiale e circa 600 milioni di persone. .

In concorrenza con Usa e Cina

L'accordo eliminerà le tasse sulla maggior parte degli scambi, incoraggerà gli investimenti delle imprese e garantirà la protezione dei diritti di proprietà intellettuale: il Giappone e l'Unione Europea sperano cosi di contrastare il protezionismo tdegli gli Stati Uniti e la guerra dei dazi con la Cina.

"Una delle cose che fa questo accordo", spiega l'economista Robert Carnell, "è ovviamente dare una sorta di certificazione geografico ad alcuni di questi prodotti: non si puo iniziare a fare la feta giapponese o un roquefort giapponese, che saranno sempre protetti dai diritti di identificazione geografica, e allo stesso modo, dalla prospettiva europea in Giappone, non si potrà produrre una contraffazione del manzo Kobe".

L'economista Robert Carnell.

Vantaggi per alimentari e automobili

Con il patto Europa-Giappone, ora in vigore dopo cinque anni di trattative, i consumatori giapponesi avranno prodotti importati più economici e l'eliminazione dei dazi sui prodotti industriali giapponesi (un miliardo di euro in meno per l'Europa) riduranno i costi per gli esportatori.

I settori che ne beneficeranno di più saranno quello alimentare per l'Europa e quello automobilistico per il Giappone.

Complessivamente, il Giappone eliminerà le tariffe su circa il 94% dei prodotti agricoli e industriali e l'Unione europea porrà termine a dazi su circa il 99% delle importazioni.

Uno chef giapponese con la famosa e pregiata carne Kobe.