ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dagli alcolici alla pasta tutti gli aumenti del carovita francese

Dagli alcolici alla pasta tutti gli aumenti del carovita francese
Diritti d'autore
REUTERS/Eric Gaillard
Dimensioni di testo Aa Aa

Il gusto si spera non cambi ma il prezzo sì. Dal primo febbraio diversi prodotti a largo consumo in Francia aumentano al dettaglio fino al 10%. Si va da qualche superalcolico nazionale alla crema di nocciole o il camembert. Una lista che preoccupa la clientela più affezionata.

La legge per aiutare i produttori

Questi aumenti di prezzo sui prodotti di largo consumo rientrano nella legge EGalim, sull'agricoltura e gli alimenti promulgata il 1 ° novembre e adesso entrata in vigore per il ritocco del prezzo base al di sotto del quale un distributore non può rivendere un prodotto. Lo Stato spera che la distribuzione sia in grado di pagare meglio i produttori di tutti i settori dell'agricoltura e delle coltivazioni idropiniche in grande sofferenza.

Le rassicurazioni del Ministro Guillaume

Il Ministro dell'agricoltura francese, Didier Guillaume, ha cercato di rassicurare le famiglie sul fatto che il conto la supermerfcato non andrà alle stelle e che la misura serve per mgiliorare i gadagni degli agicoltori.

Per qualcuno è una truffa

Intanto Michel-Edouard Leclerc, amministratore delegato della catena di supermercati Leclerc, ha qualificao questa misura come una truffa che non aiuterà gli agricoltori.