EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Filippine, Isis rivendica strage nella chiesa

Filippine, Isis rivendica strage nella chiesa
Diritti d'autore 
Di Antonio Michele Storto
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si contano a decine i morti e i feriti per due bombe fatte brillare nelle adicenze di una chiesa a Jolo, area meridionale delle isole FIlippine. Lo Stato islamico ha rivendicato la strage

PUBBLICITÀ

Lo Stato islamico ha rivendicato l'attentato esplosivo compiuto domenica contro la chiesa di Nostra signora di Monte Carmela, a Jolo, sull'isola di Mindanao, nel sud delle Filippine.

L'annuncio è arrivato attraverso Amaq news, l'organo di informazione ufficiale utilizzato dal gruppo terrorista. L'attentato è uno dei piû letali in una regione che ha alle spalle un'insurrezione piû che cinquantennale: al momento il bilancio è di almeno 20 morti e 110 feriti.

rmed Forces of the Philippines - Western Mindanao Command/Handout via REUTERS
L'interno della chiesa dopo l'esplosione.rmed Forces of the Philippines - Western Mindanao Command/Handout via REUTERS

Jolo, che si trova sull'Isola di Sulu, è il quartier generale di Abu Sayyaf, il principale gruppo fondamentalista islamico della regione: nel 2017 dopo essersi confederato con i militanti del clan Maute, il gruppo ha giurato fedeltà allo Stato islamico, prendendo possesso della vicina città di Marawi, ricvonquistata dall'eserito filippino dopo un'assedio durato 5 mesi.

Philippine Red Cross via REUTERS
I primi soccorsi da parte della Croce Rossa.Philippine Red Cross via REUTERS

L’attacco avviene proprio a poche ore dal referendum sulla regione autonoma musulmana di Bangsamoro. Il voto si è concluso con la vittoria per l’autonomia che dovrebbe porre fine a quasi 50 anni di conflitti fra l’esercito e gruppi islamici separatisti ribelli. Sebbene molti musulmani abbiano appoggiato l’esito del referendum, la provincia di Sulu e Jolo lo hanno rifiutato. Subito dopo l'attentato, il PresidenteFilippino Rodrigo Duterte promette: "Schiacceremo i terroristi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

245 milioni di cristiani a rischio persecuzioni

Filippine: fra le rovine di Marawi

Filippine, Marawi liberata