Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

[FOTO]: Giove, la immagini più belle inviate dalla sonda Juno

[FOTO]: Giove, la immagini più belle inviate dalla sonda Juno
Diritti d'autore
Nasa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Juno, la sonda della NASA in orbita da 53 giorni intorno al pianeta più grande del sistema solare, sta per giungere a metà della sua missione. Il 21 dicembre completerà la sua 16esima orbita intorno a Giove, passando ad una distanza di 3.140 miglia (circa 5.053 chilometri) dal gigante gassoso, ad una velocità di 128.802 miglia (207.287 chilometri all'ora).

La sonda mantiene un'orbita polare, fortemente ellittica, che ad ogni passaggio le consente di sorvolare entrambi i poli.

Lanciata il 5 agosto 2011 da Cape Canaveral, Juno è entrata in orbita intorno a Giove il 4 luglio 2016. I suoi strumenti raccolgono dati sotto la strato di nuvole del pianeta e studiano le sue aurore, effettuando misurazioni per conoscere meglio la struttura interna del pianeta, l'atmosfera e la magnetosfera.

Leggi anche ➡️ NASA: La sonda Insight è atterrata con successo

I dati e le foto raccolte da Juno stanno fornendo agli scienziati della NASA nuovo materiale per capire come si è formato il pianeta più grande del nostro sistema solare.

"Abbiamo già riscritto i libri di testo su come funziona l'atmosfera di Giove e sulla complessità e l'asimmetria del suo campo magnetico - ha detto Scott Bolton, ricercatore del Southwest Research Institute di San Antonio -. La seconda metà della missione ci fornirà dati che ci consentiranno di affinare la nostra comprensione della profondità dei venti zonali di Giove, la generazione del suo campo magnetico e la struttura e l'evoluzione del suo interno".

Leggi anche ➡️ Kepler va in pensione: il telescopio ha permesso di scoprire più di 2600 pianeti