ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit: la paura degli stranieri immigrati in Gran Bretagna

Brexit: la paura degli stranieri immigrati in Gran Bretagna
Dimensioni di testo Aa Aa

Siamo in un'azienda agricola a Spalding nell'est dell'Inghilterra, qui praticamente tutti i dipendenti sono stranieri. La cittadina è a 2 ore da Londra, ma ascoltando i loro discorsi sembra di stare anni luce da Westminster. Tra loro c'è questa donna polacca, preoccupata come gli altri del suo futuro.

"Qui siamo tutti preoccupati - dice Beata Wolkowskaa - Abbiamo paura di tornare nei nostri Paesi e poi di non poter più rientrare. Vorremmo che le cose restassero così come sono".

Paradossalmente in questa zona la maggioranza ha votato per la Brexit, anche se gli immigrati sono una risorsa importantissima per l'economia locale. In questa fattoria i dipendenti, alcuni a tempo determinato, vengono dalla Polonia, Lituania, Lettonia, Bulgaria e Romania. La proprietaria è favorevole alla Brexit, ma allo stesso tempo vorrebbe avere rassicurazioni sui suoi lavoratori stranieri.

"Non penso che venga riconosciuto quanto queste persone stanno facendo per il sistema - dice Sue Lamb - dobbiamo riconoscerlo e farlo al più presto e trovare una soluzione che funzioni, presto. Le nostre imprese sono davvero a rischio".

A Boston, in un'altra cittadina inglese, andiamo a trovare Anton, che è nato in Francia, ma è ora un cittadino britannico e ha sposato una polacca. Qui ha il suo Café de Paris. Anche lui è favorevole alla Brexit ma anche lui è confuso sulla piega che sta prendendo.

"Se non ci sarà nessuno accordo, faremo un altro referendum, che stavolta ci farà restare in Europa - dice Anton Dani - Mi dispiace ma è quello che sento in giro per le strade, sono tutti stufi delle negoziazioni, nessuno capisce cosa sta succedendo non è chiaro. Anche Theresa May è stata molto vaga, non si vede una soluzione concreta al problema, le persone stanno perdendo la speranza e finirà che resteremo in Europa...".

Sua moglie, un'immigrata polacca, è anche lei contro l'immigrazione selvaggia.

"Non penso che dobbiamo chiudere le frontiere, ma al momento non c'è controllo sulle persone che entrano" dice Maria Dani.

Mentre Theresa May cerca di salvare il suo accordo sulla Brexit, Boston aspetta. Alcuni fan della Brexit potrebbero cambiare idea, ma la gran maggioranza vuole assolutamente uscire dall'Unione europea con o senza accordo