ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

European Film Awards: attesa per gli "Oscar europei" e per il cinema italiano

European Film Awards: attesa per gli "Oscar europei" e per il cinema italiano
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli European Film Awards sono considerati gli Oscar del Cinema europeo e in questa settimana saranno assoluti protagonisti con la cerimonia che, a Siviglia, annuncerà i vincitori.

Il Presidente della Academy europea, Wim Wenders, spiega lo spirito di questo evento, lanciato nel 1988: “Sin dall'inizio non abbiamo mai voluto che questo spettacolo si riducesse al classico “And the winner ISSS!!”. Abbiamo voluto che anche i candidati fossero onorati e che si celebrasse il cinema europeo".

Una occasione, dunque, per mettere in mostra e celebrare le migliori produzioni in ambito europeo. Andiamole a scoprire.

PELLICOLE E STORIE IN "CORSA"

Il film "Cold war" è leader nella corsa con 5 nomination: racconta una storia d'amore appassionato in contrasto con il background algido della guerra fredda. La pellicola è candidata come miglior film. Tomasz Kot e Joanna Kulig sono in corsa come migliori attori e Pawel Pawlikowski come miglior regista e miglior sceneggiatore.

Ben quattro nomination per il dramma italiano "Dogman " : il film su un toelettatore di cani dal cuore gentile nei guai con un ex pugile violento vede sullo sfondo un reale caso di cronaca nera nella Roma degli anni Ottanta, noto come il delitto del Canaro. Una nomination come miglior film e una per l'attore protagonista - la vera rivelazione - Marcello Fonte, come miglior attore europeo. Matteo Garrone è stato nominato per la migliore sceneggiatura e la migliore regia.

Una storia fantasy per la pellicola svedese "Border ": quattro nomination per la guardia di frontiera con abilità insolite nel rilevare attività di contrabbando. L'attrice svedese Eva Melander potrebbe spuntarla come miglior attrice. Il regista iraniano/svedese Ali Abbas è in lizza come miglior sceneggiatore e regista cinematografico.

Ed ancora cinema italiano alla ribalta europea con "Lazzaro felice". Il racconto dell'incontro tra Lazzaro, giovane contadino, e Tancredi, giovane nobiluomo, vede Alba Rohrwacher nominata come miglior attrice. La sorella, Alice, spicca nelle nomination come migliore regista e sceneggiatrice.

Un adolescente transessuale che sogna di diventare una ballerina è il cuore della pellicola belga "Girl": tre le nomination. Miglior film, European Discovery/Prix FIPRESCI e miglior attore per Victor Polster nel ruolo di Lara, la quindicenne intrappolata nel corpo di un ragazzo.E tra i registi in corsa spicca anche Samuel Maoz con Foxtrot.

I PREMI SPECIALI

L' attore inglese Ralph Fiennes, noto per le sue performance in "Schindler's List ", "Il paziente inglese " o "Grand Budapest Hotel ", sarà celebrato per il 'miglior contributo europeo al cinema mondiale'.

Premio alla carriera infine per l'attrice spagnola Carmen Maura, volto indimenticabile dei capolavori di Pedro Almodovar.

IL "NUOVO" CINEMA EUROPEO PARLA ITALIANO

L'Italia domina questa corsa ai premi per il cinema europeo: “Dogman” di Matteo Garrone e “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher portano insieme a ben otto nomination per le categorie Film Europeo 2018, Regista Europeo 2018, Attrice Europea 2018 (Alba Rohrwacher) / Attore Europeo 2018 (Marcello Fonte), Sceneggiatore Europeo 2018.

LA CERIMONIA

I vincitori degli European Film Awards saranno annunciati questo sabato nella attesa cerimonia di premiazione a Siviglia.

TUTTE LE NOMINATION

FILM EUROPEO 2018

BORDER – GRÄNS (Svezia, Danimarca) di Ali Abbasi

COLD WAR – ZIMNA WOJNA (Poland, UK, Francia) di Paweł Pawlikowski

DOGMAN (Italia, Francia) di Matteo Garrone

GIRL (Belgio, Paesi Bassi) di Lukas Dhont

LAZZARO FELICE (Italia, Francia, Germania, Svizzera) di Alice Rohrwacher

A WOMAN CAPTURED (Ungheria, Germania) di Bernadett Tuza-Ritter

BERGMAN – A YEAR IN A LIFE (Svezia, Germania) di Jane Magnusson

OF FATHERS AND SONS (Germania, Siria, Libano, Qatar) di Talal Derki

THE DISTANT BARKING OF DOGS (Danimarca, Finlandia, Svezia)

THE SILENCE OF OTHERS (Spagna, USA) di Almudena Carracedo & Robert Bahar

REGISTA EUROPEO 2018

Ali Abbasi per BORDER

Matteo Garrone per DOGMAN

Samuel Maoz per FOXTROT

Paweł Pawlikowski per COLD WAR

Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

ATTRICE EUROPEA 2018

Marie Bäumer nel ruolo di Romy Schneider in 3 DAYS IN QUIBERON

Halldóra Geirharðsdóttir nel ruolo di Halla / Ása in WOMAN AT WAR

Joanna Kulig nel ruolo di Zula in COLD WAR

Bárbara Lennie nel ruolo di Petra in PETRA

Eva Melander nel ruolo di Tina in BORDER

Alba Rohrwacher nel ruolo di Antonia adulta in LAZZARO FELICE

ATTORE EUROPEO 2018

Jakob Cedergren nel ruolo di Asger in THE GUILTY

Rupert Everett nel ruolo di Oscar Wilde in THE HAPPY PRINCE

Marcello Fonte nel ruolo di Marcello in DOGMAN

Sverrir Gudnason nel ruolo di Björn Borg in BORG/MCENROE

Tomasz Kot nel ruolo di Wiktor in COLD WAR

Victor Polster nel ruolo di Lara in GIRL

SCENEGGIATORE EUROPEO 2018

Ali Abbasi, Isabella Eklöf & John Ajvide Lindqvist per BORDER

Matteo Garrone, Ugo Chiti & Massimo Gaudioso per DOGMAN

Gustav Möller & Emil Nygaard Albertsen per THE GUILTY

Paweł Pawlikowski per COLD WAR

Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

Altro da cinema