Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi in Crimea: 2 marinai russi condannati a due mesi di carcere

Crisi in Crimea: 2 marinai russi condannati a due mesi di carcere
Diritti d'autore
Reuters
Dimensioni di testo Aa Aa

Un tribunale di Sinferopoli, in Crimea, ha disposto la detenzione in carcere fino a 2 mesi nei confronti di 2 dei 24 marinai della Marina militare ucraina fermati dalle autorità di Mosca dopo lo sconfinamento in acque russe di tre navi militari di Kiev nei giorni scorsi.

Intanto a Parigi il ministro degli esteri russo Lavrov ha incontrato il suo omologo francese Le Drian e ha detto no a ogni tipo di mediazione dopo che Francia e Germania si erano offerte per cercare una soluzione della crisi.

"Ho detto a Lavrov che ci aspettiamo un gesto da parte di Mosca" ha spiegato Le Drian "i prigionieri e le navi che sono state sequestrate devono essere rimessi in lbertà al più presto, chiamerò anche la mia controparte ucraina per incoraggiarla a cercare una diminuzione della tensione in questa regione".

Lavrov ha parlato di provocazione da parte di Kiev

"Sel'Ucraina, e i suoi partner in Europa, vogliono evitare certe situazioni in futuro, è necessario inviare un segnale a Kiev per non permettere queste provocazioni. Non dobbiamo farlo noi ma coloro che mantengono stretti contatti con le autorità ucraine".

L'atmosfera resta incandescente con Kiev e Mosca che si accusano reciprocamente. La Russia è convinta che l'incidente sia stato costruito ad arte per imporre nuove sanzioni, l'Ucraina punta invece il dito direttamente sul Cremlino che avrebbe guidato a distanza l'operazione dei militari russi.