ULTIM'ORA

Monito della NATO alla Russia: "Liberi le navi ucraine"

Monito della NATO alla Russia: "Liberi le navi ucraine"
Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla crisi tra Russia e Ucraina, riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza della Nazioni Unite. La "battaglia navale" nel Mare di Azov, preoccupa e non poco costringendo l'Alleanza Atlantica a prendere una posizione.

JENS STOLTENBERG, SEGRETARIO GENERALE NATO
"Tutti gli alleati hanno espresso pieno sostegno all'integrità territoriale e alla sovranità dell'Ucraina, chiediamo alla Russia di liberare i marinai ucraini e le navi sequestrate e chiediamo calma e moderazione".

Stoltenberg ha anche aggiunto che. «Questo incidente ci ricorda che c’è una guerra in corso in Ucraina e che la Russia deve capire che le sue azioni hanno conseguenze».

DMITRY POLYANSKIY, AMBASCIATORE RUSSO ALL'ONU
"Il 25 novembre, tre navi militari ucraine hanno attraversato illegalmente il confine russo e si sono mosse verso la linea Kursk, non rispondendo alle navi doganali e ai pescherecci del Mar Nero provenienti dalla Russia, che chiedevano che le navi si muovessero normalmente : consideriamo questo una violazione della sovranità della Russia: questi atti illegali hanno determinato da parte russa l'uso della forza".

VOLODYMYR YELCHENKO, AMBASCIATORE UCRAINO ALL'ONU
"Le affermazioni russe sulla violazione del confine da parte delle navi militari ucraine sono una bugia vera e propria, inventata solo perspostare tutte le responsabilità sul versante ucraino, manipolando consapevolmente i fatti e ignorando le prove".

Presa di posizione anche da parte degli altri ambasciatori che hanno invitato la Russia a garantire un accesso senza ostacoli per consentire la libertà di navigazione nel Mare di Azov

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.