Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Caso-Skripal: Londra diffonde un nuovo video degli avvelenatori

Caso-Skripal: Londra diffonde un nuovo video degli avvelenatori
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Botta e risposta Londra-Mosca

LONDRA (REGNO UNITO) - Continuano le indagini sul caso-Skripal: la Polizia britannica ha diffuso il video di due uomini sospettati di aver avvelenato, a marzo nella città di Salisbury, l'ex spia russa Sergey Skripal e la figlia Julia.

Le due presunte spie, che il 4 marzo erano vicini al luogo in cui furono ritrovati Skripal e la figlia, viaggiavano con passaporti falsi intestati a Alexander Petrov e Ruslan Boshirov.

Secondo il sito di inchieste Bellingcat.com, le loro identità sarebbero in realtà quelle di Anatolyi Chepiga e Alexander Mishkin, entrambi appartenenti al servizio segreto russo.

I due sospettati ripresi nel video del 4 marzo a Salisbury.

La vita sconvolta del detective "contaminato"

Il detective Nick Bailey, rimasto contaminato dopo la perquisizione in casa Skripal, racconta di essere terrorizzato: "Ho molta paura perchè cose cosi pericolose succedono all'interno del sistema ", dice. "Sapendo come sono stati ridotti gli Skripal, oggi sono ancora pietrificato".

La vita dell'agente di Polizia è stata travolta dal caso-Skripal. La sua casa è stata sequestrata e non ancora riconsegnata: la stessa cosa anche per le auto e, addirittura, per i giocattoli dei bambini.

L'agente di Polizia Nick Bailey.

Una vita da "doppiogiochista"

Sergei Skripal, ex spia russa passata ai servizi inglesi, è stato arrestato in Russia per alto tradimento nel 2006 e graziato dal Presidente Medvedev nel 2010, quando trovò rifugio nel Regno Unito.

Una vita sul filo del pericolo, quella di Sergei Skripal.

A distanza di otto mesi dall'avvelenamento, Julia Skripal è guarita. E anche il padre sta meglio.

Julia Skripal durante un'intervista.

Ma una donna è morta

Nella citta di Amesbury, non lontano da Salisbury, a giugno, un uomo e una donna sono stati avvelenati dopo aver toccato una bottiglia di profumo contenente Novichock, un agente nervino in uso nei servizi russi, secondo l'intelligence britannica.
La donna, Dawn Sturgess, 44 anni, è morta l'8 luglio per le conseguenze della contaminazione.

"Solo un modo per non parlare della Brexit"

E intanto da Mosca arrivano le prime dure reazioni al nuovo video diffuso da Londra.

Galina Polonskaya, giornalista di Euronews: "I nuovi video di Salisbury hanno scioccato Maria Zakharova. La portavoce del Ministero degli Affari Esteri russo ha scritto su Facebook che queste presunte prove sono un modo per il governo britannico di distogliere l'attenzione dalla Brexit e dalla discussione sulle eventuali dimissioni di Theresa May".

Il tweet di Maria Zakharova.
Galina Polonskaya, corrispondente di Euronews da Mosca.