ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spari in un locale in California: almeno 13 morti

Lettura in corso:

Spari in un locale in California: almeno 13 morti

Spari in un locale in California: almeno 13 morti
Dimensioni di testo Aa Aa

Notte di ordinaria follia in California: un uomo ha lanciato dei fumogeni e poi si è fatto strada sparando almeno trenta colpi all'interno di un locale, frequentato soprattutto da studenti del college.

È successo intorno alla mezzanotte, ora locale, a Thousand Oaks, a circa sessanta chilometri da Los Angeles.

Il bilancio è di 13 morti, tra cui lo stesso attentatore e il vice sceriffo della Contea di Ventura.

L'annuncio alla stampa da parte dello sceriffo Geoff Dean:"Ron era una grande lavoratore. Dedicava tutto se stesso al lavoro, dava tutto. E questa notte - come ho detto a sua moglie - è morto da eroe perché è entrato in quel locale per salvare delle vite, per salvare altre persone".

Geoff Dean, sceriffo della Contea di Ventura

Secondo lo sceriffo, Geoff Dean, il presunto assalitore - un uomo di 28 anni, Ian Long - presumibilmente si è sparato.

Durante l'assalto al locale alcune persone hanno cercato riparo sotto i tavoli, altre si sono asserragliate nei bagni del locale, altre ancora hanno raggiunto i tetti.

Nel racconto di uno dei ragazzi sfuggiti al killer le fasi concitate dell'attacco: "Ho cominciato a sentire gli spari e sono finito a terra. Ho alzato lo sguardo e ho visto il poliziotto morto, non so se morto, non voglio dirlo, ma gli avevano sparato. E chi ha sparato lanciava fumogeni ovunque. Ci sono stati almeno altri dodici spari prima che io potessi uscire dalla porta d'ingresso".

Il bar ospitava un evento settimanale organizzato dal college. Lo sceriffo ha detto che all'interno ci sarebbero state centinaia di persone, senza però poter confermare il numero esatto.