ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Viaggio nella Notte dei Cristalli, oltre l'anniversario

Lettura in corso:

Viaggio nella Notte dei Cristalli, oltre l'anniversario

Viaggio nella Notte dei Cristalli, oltre l'anniversario
Dimensioni di testo Aa Aa

Nella notte tra il 9 e il 10 novembre 1938, conosciuta come la famigerata Notte dei cristalli, in Germania e in Austria, i nazisti distrussero quasi tutte le sinagoghe (circa 1400), violando le case e i negozi degli ebrei (circa 7500), molti dei quali furono assassinati, mentre altri furono condotti nei campi di concentramento. Il riferimento ai cristalli si deve appunto alla distruzione dei negozi e dei loro vetri in frantumi.

L'operazione, un vero e proprio pogrom, venne condotta con il pretesto dell’assassinio di un diplomatico tedesco a Parigi, Ernst Eduard vom Rath, da parte di un giovane studente ebreo. L'ondata di distruzione che provocò in una sola notte la morte di molti ebrei segnò anche l'inizio dell'Olocausto in cui a morire furono milioni di ebrei.

In realtà Il pogrom del novembre 1938 durò diversi giorni in diverse località della Germania, anche se si fa riferimento a quell’episodio parlando di una sola notte: il capo della propaganda nazista Joseph Goebbels, il 10 novembre, annunciò alla radio che tutto era finito, ma le devastazioni e i rastrellamenti proseguirono anche dopo.

Euronews vi condurrà sulle tracce di quella prima catastrofe, di cui ricorrono gli 80 anni, in una miniserie attraverso l'Europa. La memoria come monito a non perpetrare gli stessi atroci errori, non solo come ricordo.