ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sardegna strappa con Roma, non dà 285ml

Sardegna strappa con Roma, non dà 285ml
Nuovo scontro sugli accantonamenti, "ora basta pagare"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 25 OTT – Sale il livello dello scontro
Stato-Regione Sardegna sugli accantonamenti: la Giunta Pigliaru
si rifiuta di pagare altri 285 milioni di euro che si aggiungono
ai 219mln mai versati, dopo l’impugnazione delle ultime tre
finanziarie nazionali da parte dell’esecutivo regionale. “Quella
di Roma è stata una decisione unilaterale, noi siamo certi di
essere dalla parte della ragione, per questo non pagheremo il
contributo richiesto per il risanamento del debito pubblico
nazionale”, ha spiegato il governatore Francesco Pigliaru, che
fatto il punto con i giornalisti sulle risorse che la Sardegna
versa allo Stato. D’altra parte, ha sottolineato il capo
dell’Esecutivo, “il Governo non risponde alle ripetute richieste
di incontro”. Cinque le lettere inviate sinora: “Abbiamo scritto
al presidente Conte, al ministro dell’Economia Tria, al ministro
per gli Affari regionali Stefani, inviando un breve dossier di
riepilogo. Ma nessuno ha risposto”, ha ricordato Pigliaru. La posizione della Sardegna è chiara.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.