ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il crollo di Wall Street affossa Asia ed Europa

Lettura in corso:

Il crollo di Wall Street affossa Asia ed Europa

Il crollo di Wall Street affossa Asia ed Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora un giorno di passione per Wall Street che ha vissuto un giovedì all'insegna della volatilità dopo quello che passerà alla storia come il mercoledì nero: il giorno in cui la borsa di New York ha registrato il calo maggiore degli ultimi otto mesi, - 3,10 %, trascinando in caduta libera anche le borse asiatiche con Shanghai che chiude in profondo rosso - 5,22 %.

The day after a New York è in leggera ripresa e ne risentono le borse europee che chiudono sotto lo zero con Londra tra le peggiori a - 1,94 %.

Donald Trump accusa la FED

Per Donald Trump la colpa del crollo è della FED che ha innalzato i tassi di interesse considerando gli indicatori economici positivi. Pil a + 4,2 %, inflazione più alta del previsto e disoccupazione sotto il 4 %. "Non licenzierò Powell ma la Fed è fuori controllo" ha detto Trump tornando ad attaccare il presidente della FED le cui politiche ha definito pazze.

In difesa del presidente della banca centrale più potente del mondo è scesa anche la direttrice del fondo monetario internazionale Christine Lagarde che in un'intervista alla CNBC ha detto "non assocerei Powell alla pazzia" e ha definito il rialzo dei tassi uno step di crescita necessario per quelle economie che mostrano una crescita potente, un'inflazione che rientra nel range e una disoccupazione estremamente bassa. "È inevitabile - ha detto - che le banche centrali prendano tali decisioni".

A fondo i titoli tecnologici

Intanto negli Stati Uniti si contano le perdite; com'è noto a rimetterci di più sono stati i titoli tecnologici con in testa Bezos, che mercoledì ha bruciato 9,1 miliardi di dollari. A causare il crollo di Wall Street l'aumento dei rendimenti dei titoli di Stato americani e al rischio di guerra commerciale tra Usa e Cina.