ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fujimori: grazia revocata e corsa in ospedale

Lettura in corso:

Fujimori: grazia revocata e corsa in ospedale

Fujimori: grazia revocata e corsa in ospedale
Dimensioni di testo Aa Aa

Una corsa in clinica in ambulanza, a qualche ora appena dall'ordine di arrestarlo. La giustizia peruviana revoca la grazia all'ex presidente Alberto Fujimori, dichiarandone le condizioni di salute compatibili con la detenzione, e lui si fa ricoverare all'improvviso, per un "tempo indeterminato". Oggi ottantenne, era stato condannato a 25 anni di carcere per crimini contro l'umanità e poi graziato lo scorso dicembre dall'allora presidente Pedro Pablo Kuckzinsky. Pronunciata dal giudice della Corte Suprema Hugo Nunez, la revoca della grazia segue un ricorso presentato da un gruppo di familiari delle vittime, che sostenevano le condizioni di salute di Fujimori ne permettessero ormai la permanenza in carcere.

L'ex presidente peruviano Alberto Fujimori durante il suo precipitoso trasferimento in ospedale

Fujimori e un'eredità che divide: è scontro anche tra i figli

"È estremamente doloroso - ha detto in lacrime la figlia Keiko, che l'ha accompagnato nella sua corsa in ospedale - sapere che un giudice ha voluto privare mio padre della libertà solo perché non è in fin di vita e che abbia decretato che non possa quindi godere del diritto alla grazia".

Figura controversa in seno alla sua stessa famiglia, Alberto Fujimori divide tutt'ora anche i figli. A Keiko, che lo sostiene e spalleggia fedelmente, difendendone l'eredità dai banchi dell'opposizione, si contrappone anche politicamente il fratello Kenji. Una rivalità che potrebbe peraltro riproporsi e vederli schierati l'uno contro l'altra, in occasioni delle elezioni presidenziali del 2021.

Figlia di Alberto Fujimori, Keiko è rivale in politica del fratello Kenji

Despota o eroe? Il controverso presidente che schiacciò Sendero Luminoso

Eroe per alcuni, despota per altri, Fujimori aveva guidato il paese con il pugno di ferro negli anni novanta. Noto soprattutto per la repressione della guerriglia maoista di "Sendero luminoso", nel duemilanove era stato condannato per due massacri, commessi durante la sua presidenza dagli squadroni della morte peruviani.

Foto: REUTERS/Mariana Bazo
Sostenitori dell'ex presidente Alberto Fujimori manifestano contro la revoca della grazia che gli era stata accordataFoto: REUTERS/Mariana Bazo