ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No alla criminalizzazione dell'assistenza umanitaria: l'appello degli eurodeputati

Lettura in corso:

No alla criminalizzazione dell'assistenza umanitaria: l'appello degli eurodeputati

No alla criminalizzazione dell'assistenza umanitaria: l'appello degli eurodeputati
Dimensioni di testo Aa Aa

Un video che mostra un gommone quasi affondato, un altro in cui la guardia costiera turca percuote con dei bastoni un' imbarcazione di fortuna con migranti a bordo.

Queste le prove usate in tribunale da Salam Aldeen per dimostrare la sua innocenza. Nel giugno 2016 era stato arrestato dalle autorità greche e accusato di aver favorito il traffico di esseri umani tra Turchia e Grecia. Prima il carcere, poi il divieto di lascaire il paese. A maggio 2018 la sentenza di assoluzione.

Salam Aldeen, fondatore di "Team Humanity" sostiene di esser venuto dalla Danimarca dopo aver visto in televisione le immagini di bambini affogati in mare. Da quel momento, decide di dedicare il suo tempo ad aiutare il lavoro delle guardie costiere, non sempre capaci di rispondere a tutte le richieste di aiuto.

"All'inizio della crisi la situazione era ingestibile -racconta-. C'erano così tante barche in arrivo, centinaia di barche ogni giorno. Tutti i volontari che sono venuti hanno usato il loro tempo per aiutare. Se non fosse stato per loro, non so come sarebbe stata gestita questa crisi. Sarebbe stato un inferno".

Le ONG temono di essere punite per le attività svolte con i migranti irregolari. Secondo le norme europee, gli stati membri devono perseguire chiunque faciliti l'ingresso, il transito o la residenza irregolare dei migranti. Si prevedono eccezioni per l'assistenza umanitaria, ma tali eccezioni non sono obbligatorie e differiscono da un paese all'altro.

I deputati europei chiedono alla Commissione europea di armonizzare le leggi.

"Il problema è capire cosa dice la legge - spiega Jean Lambert, eurodeputata britannica dei verdi-. Quali criteri usare ed evitare l'interpretazione arbitraria delle norme. Il Parlamento europeo chiede delle linee guida chiare da parte della Commissione affinché l'assistenza umanitaria non sia criminalizzata".

Gli eurodeputati denunciano anche la mancanza di sostegno alle autorità locali, che devono spesso occuparsi direttamente dell'accoglienza dei migranti. Intanto sono scatti gli arresti domiciliari per Domenico Lucano, il sindaco di Riace, accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Le indagini riguardano i finanziamenti del Viminale e della Regione al Comune per i progetti destinati ai richiedenti asilo.