ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ira della Cina per i dazi di Trump

Lettura in corso:

L'ira della Cina per i dazi di Trump

L'ira della Cina per i dazi di Trump
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ira di Xi Jinping per l'ultima stretta di Donald Trump, che ha colpito il Made in China per altri 170 miliardi di euro, non si è fatta attendere.

Pechino stavolta si è rivolta al Wto e ha fatto scattare puntuale la rappresaglia: contro-dazi per 51miliardi di euro di prodotti importati dagli Stati Uniti.

Ma in questa guerra commerciale la forze in campo sono impari.

La Cina ha tassato quasi tutto ciò che importa dagli Stati Uniti: per un totale di 111 miliardi di euro

Mentre gli Stati Uniti possono imporre ancora nuovi dazi sull'altra metà di tutte le importazioni cinesi, per un totale di 430 miliardi di euro.

Al momento hanno raggiunto quota 213 miliardi di euro.

Nella lunga lista dei prodotti coinvolti in questa Guerra commerciale ci 6 mila articoli: dai mobili al pesce.

La Cina non potrebbe più ricorrere alla leva dei dazi, e potrebbe quindi passare a rivalersi sul debito pubblico statunitense, con oltre 1.200 miliardi di dollari che Washington deve restituire a Pechino.

Più dazi, però, significa aumento dei prezzi dei prodotti agricoli e questo non porta popolarità. Tanto che il Presidente Trump, prima dell'annuncio, ha cercato di sollevare una polemica politica: "La Cina sta attivamente cercando di cambiare le elezioni attaccando i lavoratori americani a causa della loro fedeltà verso di me".

Il capo della Casa Bianca ha lasciato poi intendere che è pronto a imporre dazi su tutte le importazioni cinesi.