Centro profughi Lesbo vicino a chiusura

Centro profughi Lesbo vicino a chiusura
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I dipendenti del centro di accoglienza dell'isola di Lesbo hanno indetto uno sciopero a partire dal 9 settembre per protestare contro il sovraffollamento della struttura

PUBBLICITÀ

Ultimatum dell'Autorità regionale del Mar Egeo settentrionale al Ministero della politica migratoria: il campo profughi di Moria, sull'isola di Lesbo, sta scoppiando. Troppa sporcizia e troppi immigrati. 30 giorni di tempo per ripulirlo o scatterà la chiusura.

L'annuncio arriva dopo un rapporto compilato da ispettori ambientali e sanitari locali. In poche parole il rifugio è stato considerato inadatto e pericoloso per la salute pubblica e l'ambiente.

Intanto per denunciare il sovraffollamento del campo profughi dove lavorano, i dipendenti hanno indetto uno sciopero a partire dal 9 settembre. La situazione ormai a Moria è esplosiva. Tra immigrati e rifugiati, si arriva a più di 20 mila individui. Un sovraffollamento che impone condizioni di vita tragiche, indegne di un Paese europeo", come hanno confermato ONG e Nazioni Unite.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Grecia diventerà la "presa di corrente verde" dell'Europa grazie all'eolico?

La sfida con l'energia eolica della Grecia nella prossima puntata di Euronews Witness

Migranti, tre bimbe morte in Grecia su gommone affondato a Chio