ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, proteste e barricate per la visita del presidente serbo Vucic

Lettura in corso:

Kosovo, proteste e barricate per la visita del presidente serbo Vucic

Kosovo, proteste e barricate per la visita del presidente serbo Vucic
Dimensioni di testo Aa Aa

È riuscito ad arrivare soltanto a Mitrovica Aleksandar Vucic: nella città Kosovara, simbolo della divisione tra serbi e albanesi, il presidente serbo ha tenuto un comizio di fronte a migliaia di cittadini, tutti rigorosamente della sua stessa etnia .

Il viaggio arriva all'indomani del fallimento dei negoziati di Bruxelles, dove neanche la mediazione dell'alto rappresentante Federica Mogherini è riuscita a garantire passi avanti verso un compromesso tra Serbia e Kosovo.

"E qual è la mia e la nostra idea per il domani e per il futuro della Serbia e dei serbi?" ha detto Vucic. "L'idea è di salvare il nostro popolo. Salvare il nostro Paese, custodire le nostre istituzioni, preservare la pace e almeno cercare di costruire ponti di fiducia verso gli albanesi. Lottare per un accordo, anche quando sappiamo che è quasi impossibile, perché tutto il resto ci porta ad un abisso e ad una catastrofe"

La tensione però resta alta: nel Kosovo centrale, centinaia di manifestanti albanesi, tra i quali molti veterani Uck, hanno eretto barricate per impedire a Vucic di visitare l'enclave serba di Banje.

"Il presidente serbo - ha detto un manifestante - dovrebbe scusarsi con il popolo kosovaro per i massacri e per il genocidio che hanno commesso. Dovrebbero riconoscere il Kosovo, risarcire e restituire le famiglie delle vittime , dopo di che potrà venire a trovarci".

Sono passati dieci anni da quando il Kosovo ha dichiarato la sua indipendenza dalla Serbia, ma quest'ultima ancora non lo riconosce. L'Unione Europea aveva propostouno scambio di territori tra i due paesi, che finora però hanno rifiutato perfino di sedersi allo stesso tavolo.