Siria: Idlib sotto le bombe, Assad mira alla riconquista "a fasi"

Siria: Idlib sotto le bombe, Assad mira alla riconquista "a fasi"
Diritti d'autore 
Di Antonio Michele StortoRoberto Alpino
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I bombardamenti delle forze russe e siriane proseguono, all’indomani del rifiuto di Ankara di accordarsi per un cessate-il-fuoco

PUBBLICITÀ

Ultima vera roccaforte in mano a ribelli antigovernativi e gruppi islamisti in Siria, la città di Idlib è vittima di violenti bombardamenti da parte delle forze russe e siriane.

All’indomani del rifiuto di Ankara di accordarsi per un cessate-il-fuoco nella provincia centro-occidentale, i bombardieri russi hanno messo in atto svariate decine di attacchi, mentre molti cittadini provano la disperata fuga in direzione della Turchia.

I raid degli ultimi giorni hanno provocato almeno nove morti, tra cui due bambini.

Il regime di Assad sta attuando un piano che prevede la riconquista dell'area "a fasi", attraverso lo schieramento di un sempre maggior numero di truppe ed il rafforzamento delle operazioni militari.

Intanto, il Presidente turco, Erdogan, afferma di non essere in grado di accogliere altri rifugiati, oltre ai circa tre milioni e mezzo già presenti sul suo territorio.

In tale contesto, la comunità internazionale ha ripetutamente espresso la preoccupazione che l’offensiva su vasta scala contro Idlib possa causare un disastro umanitario di ingenti proporzioni.

I raid sono avvenuto dopo che il presidente russo Vladimir Putin, l'omologo turco Erdogan e l'iraniano Hassan Rouhaninon sono riusciti a concordare un cessate il fuoco nel vertice di venerdì.

Elicotteri dell'esercito siriano avrebbero inoltre sganciato alcuni barili bomba sulle abitazioni civili nei sobborghi di Khan Sheikhun, dove avvenne l'attacco chimico dell'aprile 2017.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria, il Museo archeologico di Idlib riapre sotto le bombe

Isis, la Turchia: "Ucciso il capo dell'organizzazione in Siria"

Polonia: arrestati due sospettati per l'attacco a Leonid Volkov, capo dello staff di Navalny