Emergenza profughi venezuelani, vertice a Quito

Emergenza profughi venezuelani, vertice a Quito
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Venezuela è scattata l'emergenza profughi. In molti hanno voglia di lasciare il Paese per colpa di una crisi economica che non lascia troppe alternative. La situazione riguarda tutto il Sud America ed è per questo che in Ecuador, a Quito, è stato organizzato un vertice.

PUBBLICITÀ

In Venezuela è scattata l'emergenza profughi. In molti hanno voglia di lasciare il Paese per colpa di una crisi economica che non lascia troppe alternative. La situazione riguarda tutto il Sud America ed è per questo che in Ecuador, a Quito, è stato organizzato un vertice. 

Un tavolo di lavoro formato da tredici Paesi dell'America Latina impegnati ad individuare la soluzione e mettere fine al fenomeno con iniziative nazionali e regionali.

RAUL SANGUENZA, RAPPRESENTANTE CILE
"Siamo convintii, ed è un discorso anche geografico, che sia necessario unire gli sforzi e condividere il peso tra di noi. O usciamo da questa crisi cosi profonda tutti insieme o nessuno ne uscirà senza conseguenze ".

Gli esponenti di Colombia, Ecuador e Perú hanno chiesto al Presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, di lavorare per velocizzare le pratiche per la concessione di passaporti ai migranti.

ARMANDO SALAZAR, CITTADINO VENEZUELANO
"La verità è che non possiamo davvero restare qui in Perù e pagare l'affitto perché non possiamo permettercelo, non possiamo trovare lavoro e quindi preferiamo tornare indietro e combattere nel nostro paese".

La riunione ha avuto un carattere tecnico e si è conclusa con la pubblicazione di una dichiarazione unitaria firmata da tutti i partecipanti tranne dalla Bolivia. 

Assente la Repubblica Domenicana per una indisposizione del suo rappresentante.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Euronews ha intervistato il presidente colombiano Ivan Duque

Migranti, l'Albania approva l'accordo sui Cpr dell'Italia

Germania, ancora seimila persone in piazza contro l'estrema destra