ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parigi testa il divieto di fumo nei giardini pubblici

Lettura in corso:

Parigi testa il divieto di fumo nei giardini pubblici

Parigi testa il divieto di fumo nei giardini pubblici
Dimensioni di testo Aa Aa

"State entrando in un giardino pubblico senza tabacco": i parigini e i numerosi turisti si stanno trovando di fronte a questo cartello in sei aree verdi della capitale francese, che sta testando il bando delle sigarette nei parchi.

Per ora non sono previste multe, ma solo un richiamo da parte delle guardie.

Geoffroy Boulard, sindaco del XVII arrondissement, dove si trova il parco di Batignolles che aderisce all'iniziativa, sottolinea come si stia cercando di "responsabilizzare un po' di più i fumatori, senza voler essere dei moralizzatori, perché si rispetta la loro libertà di scelta senza la minaccia di sanzioni".

Il test durerà quattro mesi e se avrà esito positivo il provvedimento verrà esteso. La prima città francese a bandire la sigaretta nei parchi è stata Strasburgo.

In tutto il Paese, dal 2015, il divieto riguarda le aree giochi dei bambini. Se si fuma in prossimità di questi luoghi si rischia una multa di 38 euro.

Una passante sostiene l'esperimento "per combattere il fumo passivo, e i mozziconi di sigaretta per terra, che vengono presi dai bambini e messi in bocca", dice.

"Se la gente fuma di fronte ai bambini sì, può dare fastidio. Io qui penso di non disturbare nessuno, e non ho buttato alcuna cicca per terra", dice un fumatore.

La città storicamente pioniera della lotta al fumo nel verde è stata New York. Roma ha emesso il divieto per periodi limitati di tempo.