ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio, il presidente Ouattara grazia la ex première dame Gbagbo

Lettura in corso:

Costa d'Avorio, il presidente Ouattara grazia la ex première dame Gbagbo

 Ivory Coast's former first lady Simone Gbagbo (R), who is accused of crime
@ Copyright :
REUTERS/Joe Penney/File Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un'amnistia per la festa nazionale

In Costa d'Avorio, paese devastato da decenni di crisi politiche e militari, per la festa nazionale il presidente Allassan Ouattara ha annunciato questo martedi una vasta amnistia. Tra i graziati la ex premiere dame Simone Gbagbo, condannata a 20 anni di carcere per le violenze post elettorali del 2010.

Gli scontri dopo le elezioni del 2010

"Questa amnistia andrà a beneficio di circa 800 cittadini - ha annunciato il presidente Ouattara - perseguiti o condannati per reati connessi alla crisi seguita alle elezioni del 2010 o ai reati contro la sicurezza dello Stato".
Le elezioni erano state vinte da Ouattara, mentre l’allora presidente Laurent Gbagbo, marito di Simone, si era rifiutato di riconoscere la sconfitta e di lasciare il palazzo presidenziale. Seguirono violenze, arresti e processi. Come quello in cui madame Gbagbo apparve in tribunale insieme ad altri 82 incriminati.
Ouattara dichiara adesso di concedere questa amnistia per favorire la «pace e la riconciliazione» nel Paese.

Una grazia impensabile sette anni fa

Sette anni fa, sarebbe stato difficile crederlo. Tanto piü credere che Simone Gbagbo sarebbe stata graziata dal presidente.
La memoria del sangue caduto sulle elezioni del 2010 è impressa a fuoco nella mente degli ivoriani.
Simone Gbagbo era stata assolta l'anno scorso dall'accusa di crimini contro l'umanità dalla corte di Abidjan. Nessuna grazia è invece arrivata per l'ex presidente Laurent.