ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: la protezione civile europea in aiuto di Mati

Lettura in corso:

Grecia: la protezione civile europea in aiuto di Mati

Grecia: la protezione civile europea in aiuto di Mati
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel centro del Coordinamento del mecanismo di protezione civile dell'Unione Europea i grafici sugli schermi monitorano la situazione in tutto il pianeta 24 ore su 24, per garantire l'attivazione del meccanismo di intervento il più rapidamente possibile.

Dal 2001 sono stati raccolti appelli per più di 300 emergenze, dallo tsunami in Giappone, alle calamità in Africa Occidentale. Ora per l'emergenza incendi greca di queste ore.

Nella mappatura satellitare vengono mostrate le zone a rischio incendi in Europa, le più scure rappresentano quelle ad alto rischio.

Come la mappa di Rafina in Grecia, che indica l'estensione degli incendi.

Sono utilizzate anche per esempio per la Svezia per portare in salvo la popolazione.

Ne abbiamo parlato con il portavoce dell'unità di crisi della protezione civile dell'Unione europea.

Il 23 luglio hanno ricevuto una richiesta dalla Grecia, poi subito diffusa tra tutti gli Stati membri aderenti a questo meccanismo di protezione civile dell'Unione Europea.

In circa un'ora e mezza, in modo molto rapido, sono arrivate le prime offerte di soccorso, aumentate poi il giorno seguente.

Permettendo di offrire soccorso in modo efficace e veloce in termini di canadair, vigili del fuoco ed immagini satellitari. Grazie al sistema di mappatura satellitare Copernicus, che permette alle autorità greche di avere un punto più preciso della situazione.

Le forze del Pronto Intervento dell'Unione Europea si trovano in loco per coordinare le operazioni di intervento, con 4 stati membri presenti al momento in Grecia.