EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il Papa non parteciperà al forum di pace in Messico

Il Papa non parteciperà al forum di pace in Messico
Diritti d'autore 
Di Paolo Alberto Valenti
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Francesco non si coinvolgerà in prima persona nei forum messicani. Non è invece esclusa una partecipazione attraverso altre modalità, considerando l’importanza della consultazione per la pace

PUBBLICITÀ

Il Vaticano ha smentito la notizia secondo la quale Papa Francesco sarebbe intervenuto in videoconferenza all'iniziativa di pacificazione del Messico promossa dal vincitore delle recenti elezioni presidenziali, Andrés Manuel López Obrador.

Francesco non parteciperà neanche in teleconferenza ai costituendi Forum di consultazione del processo di pace che intendono elaborare nuove politiche di riconciliazione in un paese piagato dalla corruzione e dalla violenza e che dovrebbero iniziare il 7 agosto per svolgersi durante alcuni mesi. Non è invece esclusa una partecipazione attraverso altre modalità, considerata l’importanza della consultazione.

Papa Francesco in occasione della sua visita in Messico nel febbraio 2016 non aveva mancato di ammonire sul danno dei privilegi che a vantaggio di pochi preparano il terreno fertile per la corruzione e il narcotraffico, cioè i mali profondi della società messicana che il nuovo presidente  si è impegnato a combattere appena sarà dal dicembre insediato nell'incarico.

Con tutta probabilità sarà la Nunziatura apostolica di Città del Messico, diretta da monsignor Franco Coppol,a che parteciperà al forum.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, l'ultimatum di Israele a Hamas: intesa entro una settimana o entriamo a Rafah

Gaza, Hamas rifiuta la proposta israeliana di cessate il fuoco e difende Teheran: Attacco meritato

Italia, comunità Lgbt critica il Vaticano per la condanna di maternità surrogata e gender