ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito: Theresa May "sotto pressione" sulla Brexit

Lettura in corso:

Regno Unito: Theresa May "sotto pressione" sulla Brexit

Regno Unito: Theresa May "sotto pressione" sulla Brexit
Dimensioni di testo Aa Aa

La Premier britannica Teresa May risollevata, terminato l'incontro con il Presidente americano Donald Trump.

Stando però attenta alle dichiarazioni da lui rilasciate a Helsinky, in una settimana per lei già difficile, in cui deve difendere le sue proposte sulla Brexit.

Ieri durante un'intervista ha rivelato l'unico consiglio datole dal Presidente Trump.

Ovvero di fare causa all'Unione Europea, non di fare i negoziati. In sostanza di non lasciare i negoziati, altrimenti rimarrebbe bloccata.

Questa visione, considerata troppo morbida, ha già portato alle dimissioni di Robert Court della segreteria speciale del Ministero degli Interni, che dichiara di non poter rimanere nel suo ruolo. Due mesi fa quelle dell' ex MInistra dell' educazione Justine Greening, che lancia un appello per un secondo referendum sulla Brexit.

Occhi puntati sulle prossime mosse di Boris Johnson, insieme a Davis Davis deve pronunciare un discorso sulle dimissioni alla Camera dei Comuni. Il grande critico è proprio lui, Boris Johnson, che è stato ben tre volte pubblicamente consigliato e visto come un eccelllente potenziale primo ministro da Donald Trump. Persino in presenza di Theresa May.

Inoltre scrive sul Telegraph che la gente deve credere nella Brexit. Segno questo di un momento critico, come negli ultimi giorni del mandato di Margareth Tatcher, in cui aveva ricevuto severe critiche da Jeffrey Howe sulla sua posizione rispetto all'Europa.

Un accostamento che potrebbe attribuire una grande autorità al discorso di Boris Johnson alla Camera dei Comuni e una sfida a Theresa May nella leadership.