ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trump incontra la Regina Elisabetta II. Ecco come NON deve comportarsi

Lettura in corso:

Trump incontra la Regina Elisabetta II. Ecco come NON deve comportarsi

Trump incontra la Regina Elisabetta II. Ecco come NON deve comportarsi
Dimensioni di testo Aa Aa

Uno dei momenti principali della visita di Donald Trump nel Regno Unito è il suo incontro con la Regina Elisabetta II.

"È un grande angofilo e vorrà impressionare", ha detto a NBC News Camilla Tominey, esperta di famiglia reale e redattrice politica del quotidiano The Sunday Express. "Sarà un bel momento per lui e non credo che vorrà sbagliare qualcosa".

Il governo britannico ha annunciato venerdì che, sebbene non è prevista una cena di stato a Buckingham Palace, il presidente e sua moglie, Melania, l'incontro con la sovrana si terrà nel pomeriggio del 13 luglio al castello di Windsor.

Alcuni hanno espresso riserve su come Trump - che non è noto per avere molto tatto a livello diplomatico - possa affrontare la delicata questione del galateo reale e del protocollo. Dopo tutto, altri visitatori di alto profilo sono già caduti in fallo per violazioni dell'etichetta di corte.

Quali sono quindi i passi falsi da evitare?

NON PREOCCUPARSI DELLE REGOLE (MA MOSTRARE DEFERENZA)

"E' un grande mito che ci siano tante regole e formalità" sull'incontro con un re o una regina, ha detto Rupert Wesson, direttore dell'accademia di Debrett, una società inglese di coaching e specializzata in pubblicazioni sull'etichetta. In realtà, ha aggiunto, "ce ne sono sorprendentemente poche".

Infatti, il sito web della famiglia reale dice che non ci sono "codici di comportamento obbligatori quando si incontra la regina o un membro della famiglia reale".

INCHINARSI (MA SOLO SE SI VUOLE)

La stessa pagina fa notare che molte persone "desiderano osservare le forme tradizionali" di etichetta. Quindi, se Trump vuole aderire alla tradizione, il protocollo standard per soddisfare le altezze reali è, per gli uomini, piegare il capo mentre le donne possono fare un piccolo accenno di inchino. Più un cenno del capo che un salamelecco ostenato.

La Regina con l'ex presidente Bush senior nel 1993 REUTERS/Russell Boyce

NON PARLARE PRIMA DI ESSERE PRESENTATI ALLA REGINA

"La gente dice di incontrare la regina", disse Wesson. "In realtà le si è presentati".

Un paggio reale annuncia il nome dell'ospite alla monarca prima dello scambio di saluti. Come per la maggior parte delle cose relative al protocollo reale, non si tratta di una regola rigida ma una tradizione non obbligatoria.

"Così probabilmente qualcuno dirà: "Vostra Maestà, vorrei presentarvi il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump". A quel punto sarebbe consuetudine che costui si inchinasse".

"Vostra Maestà" è considerata il modo corretto di rivolgersi alla regina in prima istanza, mentre "Vostra altezza reale" è usata per altri membri della famiglia reale.

"L'idea è quella di usare l'espressione "sua maestà" almeno inizialmente, salvo poi passare alla forma ma'am", continua Wesson.

RICORDARSI DELLE MANIERE A TAVOLA

Trump è noto per la sua passione per i fast food e le bistecche ben cotte. Come si comporterà davanti ai piatti raffinati degli chef reali? Secondo Wesson, l modo migliore per condividere un pasto con la regina è usare "calma, fermezza e un po' di delicatezza".

"Ci sono piccole differenze tra i ristoranti americani e quelli britannici", ha detto. "Nei ristoranti inglesi, la forchetta rimane nella mano sinistra e il coltello nella mano destra, assumendo che siate destrorsi".

"Penso che la cosa più importante sia rilassarsi, godersi l'occasione e fare il buon ospite".

La Regina Elisabetta nell'abazia di Westminster per il centenario della Royal Air Force, 10 luglio 2018. Reuters/Simon Dawson

NON TOCCARE LA REGINA

È una convinzione ampiamente diffusa che si dovrebbe evitare di toccare la regina. First lady,primi ministri e governatori generali provenienti da tutto il mondo hanno attirato critiche per non essersi attenuti a questa raccomandazione. Michelle Obama, nel 2009, le ha messo una mano sulle spalle.

Sua Maestà con Obama nel 2011 - REUTERS/Lewis Whyld

Gli esperti con i quali NBC News ha parlato, tuttavia, convengono che la reazione dei media a storie come questa sia storicamente esagerata.

"Qualcuno ha suggerito che la signora Obama aveva oltrepassato il segno nel cingere la regina, ma in realtà è stata solamente deferente e rispettosa", dice Tominey.

Tuttavia, è sempre saggio non essere troppo fisici con la regina, concorda Wesson. "Le linee guida sono chiare: non si tocca la famiglia reale".

Le stesse linee guida affermano che stringere la mano "nel modo consueto" può configurarsi come una forma accettabile di saluto se il Presidente USA dovesse scegliere di non fare l'inchino.

Resta da vedere se la stretta di mano sarà altrettanto vigorosa di quelle riservate a Shinzo Abe o al Presidente francese Macron.

ESSERE SE STESSI

Secondo gli esperti, durante tutta la fastosa cerimonia che circonda l'incontro reale è importante che Trump parli alla Regina in modo rilassato e aperto.

"Vorrà che la conversazione fluisca liberamente, e penso che probabilmente troveranno un terreno comune nel discutere dei suoi parenti scozzesi e dei suoi legami con la Scozia", secondo Tominey.

"Penso che, allo stesso modo, se il principe Filippo sarà lì con lui, allora la conversazione potrebbe farsi più divertente in quanto il Duca di Edimburgo ama un po' di spirito e di leggerezza. Potrebbe essere molto interessante".

IN BUONE MANI

La lunga durata del regno della regina Elisabetta ha portato la sovrana ad avere grande esperienza nell'accogliere capi di stato e dignitari stranieri. Più di chiunque altro nella storia recente.

Da quando è salita al trono nel 1952, ha incontrato tutti i predecessori di Trump come presidente, ad eccezione di Lyndon B. Johnson. "L'ha già fatto cento volte", fanno sapere dalla famiglia reale. "E' estremamente esperta nell'arte della diplomazia. Trump è in buone mani".

Souvenir per turisti a Londra - REUTERS/Kevin Coombs