EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Russia 2018: il Belgio fa sul serio, il Giappone tenta l'impresa

Russia 2018: il Belgio fa sul serio, il Giappone tenta l'impresa
Diritti d'autore REUTERS/Marko Djurica
Diritti d'autore REUTERS/Marko Djurica
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Con Lionel Messi e Cristiano Ronaldo fuori dal Mondiale, c'è spazio per per il ruolo di principale 'stella' di Russia 2018. Fra coloro che sognano la vittoria e il Pallone d'Oro, c'è Eden Hazard.

PUBBLICITÀ

Il Belgio vuole smettere i panni dell'outsider e candidarsi ufficialmente alla vittoria finale. Con Lionel Messi e Cristiano Ronaldo fuori dal Mondiale, c'è spazio per per il ruolo di principale 'stella' di Russia 2018. Fra coloro che sognano il Pallone d'oro, c'è Eden Hazard, asso del Belgio che a Rostov affronta il Giappone negli ottavi di finale.

In Brasile e ad Euro 2016 la sua nazionale è andata sempre fuori nei quarti, ma la generazione d'oro del Belgio ora fa sul serio

"Se domani iniziamo la partita pensando di vincere facilmente, rischiamo di perdere. Sta a noi fare sul serio dal primo all'ultimo minuto e ogni volta che abbiamo una possibilità dobbiamo sfruttarla per chiudere la partita il prima possibile".

Nella partita con il pronostico più scontato di questi ottavi di finale mondiali, c'è chi non si sente battuto in partenza. È il ct dei 'Blu Samurai' Akira Nishino ripete da giorni ai suoi: nessuno è imbattibile.

Il Giappone ha già giocato due volte gli ottavi di finale in un Mondiale, nel 2002 in casa e nel 2010, venendo battuto da Turchia e Paraguay.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Grand Slam 2024 a Tashkent: finale d'oro in Uzbekistan

Judo, la Francia brilla nel primo giorno del Grand Slam di Parigi

Judo: Tokyo Grand Slam, assegnati gli ultimi otto ori dell'anno