EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

L'ONU accusa il regime siriano di crimini contro l'umanità

L'ONU accusa il regime siriano di crimini contro l'umanità
Diritti d'autore 
Di Loredana Pianta
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Pubblicati i risultati della commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite sugli ultimi due mesi dell'assedio di Ghouta, il più lungo della storia moderna

PUBBLICITÀ

L'Onu accusa il regime di Damasco di aver commesso crimini contro l'umanità a Ghouta est, in quello che è stato "l'assedio più lungo della storia moderna".

È ciò che si legge nella relazione di 23 pagine, pubblicata d alla Commissione d'inchiesta indipendente e internazionale (COI) sulla Siria, che a marzo era stata incaricata dal Consiglio per i diritti umani di indagare su quanto accaduto nell'area tra febbraio e aprile del 2018.

Nel documento è scritto che "attraverso estesi e sistematici bombardamenti di obiettivi civili, e la continua privazione di cibo e medicine a cui è stata sottoposta la popolazione assediata, nel periodo sotto indagine, le forze governative hanno perpetrato crimini contro l'umanità, con atti disumani causa di gravi sofferenze mentali e fisiche".

L'assedio di Ghouta, durato cinque anni, si è concluso il 14 aprile 2018. Sette giorni prima si era verificato il sospetto attacco chimico a Douma, le cui immagini dei bambini soccorsi hanno fatto il giro del mondo.

Gli ispettori ONU non sono stati autorizzati ad entrare in Siria, e hanno stilato il report sulla base di circa 140 colloqui.

Ghouta assediata ha prodotto 140mila sfollati. Secondo la Commissione delle Nazioni Unite, in decine di migliaia si trovano ora internati illegalmente in campi attorno a Damasco.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lafarge sotto accusa per avere finanziato l'Isis

Genocidio Srebrenica: la marcia della pace per ricordare le vittime del massacro del 1995

Onu: Israele potrebbe aver commesso crimini di guerra per liberare i quattro ostaggi a Nuseirat