ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mondiali 2018. Le favorite (prima parte)

Lettura in corso:

Mondiali 2018. Le favorite (prima parte)

Mondiali 2018. Le favorite (prima parte)
Dimensioni di testo Aa Aa

Siamo a pochi giorni dal calcio d'inizio di uno dei campionati piu'attesi degli ultimi 4 anni. Euronews vi racconta tutto quello che c'e' da sapere sui Mondiali in Russia, con una serie di episodi speciali. Sono passati 1784 giorni da quando la Germania ha vinto il titolo, nel 2014, ora la Coppa cerca un nuovo campione. Ci sono 32 squadre in gara, ma dovendo essere realisti, alcune hanno sempre piu' probabibilita' di vincere. Questa e' la nostra analisi su alcune squadre che potrebbero essere le favorite.

LA GERMANIA I campioni in carica partecipano di nuovo per vincere. I detentori del titolo mondiale, per 4 volte, potrebbero diventare la prima squadra a mantenere il titolo, da quando, lo storico Brasile ha assaporato la vittoria sia nel 1958 che nel 1962.

La squadra di Joaquim Low ha dimostrato nel turno di qualificazione di essere in grande forma. L'allenatore ha deciso di non fare esperimenti e di fidarsi della "generazione d'oro". Mario Gotze e Leroy Sane sono stati esclusi dalla formazione finale. La squadra ha la media superiore di eta' mai vista .

IL BRASILE La Canarinha arriva in Russia con la speranza di rinnovare la propria immagine dopo l'indimenticabile 7-1 di 4 anni fa contro la Germania. La loro tattica: l'attacco. Il Brasile conta su un Neymar di nuovo ( era stato infortunato per oltre tre mesi).

A fianco di Neymar, Roberto Firmino, Gabriel Jesus e Coutinho possono fare la differenza in prima linea. In difesa senza Dani Alves, infortunato meno di un mese fa, Marcelo sara' protagonista.

LA SPAGNA Sono cambiate molte cose da che la Spagna ha vinto i Mondiali nel 2010 . Di quella squadra 6 0 8 giocatori faranno parte della formazione 2018, ma il manager Julen Lopetegui spera che un imput di giovani talenti come Thiago, Isco, Marco Asensio o David de Gea, possa portare la Spagna in finale. Gli Spagnoli pero' contano su giocatori con piu' esperienza: come Iniesta, Ramos o Pique.

LA FRANCIA Sembra che "Les Bleus" sia tornato nei favoriti grazie all'allenatore Didier Deschamps. Ha sotto la sua guida una nuova generazione dotata di abbastanza talento per andare lontano in Russia. La formazione degli attaccanti e' particolarmente allettante. Antoine Griezmann ha vinto il Golden Boot e il Golden Ball agli Europei del 2016, per poi giocare sempre meglio da allora. Lo stesso vale per Kylian Mbappe, Nabil Fekir e Ousmane Dembele che, pur non avendo partecipato agli Europei del 2016 , ora sono tra le giovani promesse del calcio mondiale.

Il Brasile e' uno dei candidati migliori a conquistare la coppa. "Canarinha"? Ecco le opinioni di alcuni ex-giocatori

RONALDO pensa che il panorama dei Mondiali sia ben equilibrato. Non vede un favorito in particolare, E' molto ottimista sul Brasile perche'ha sempre giocato bene, soprattutto negli ultimi mesi. Per quanto riguarda il Portogallo, non crede che andranno lontano in questi Mondiali, non tanto per Cristiano Ronaldo, ma per la squadra. Visto che affrontera' squadre nazionali con piu' esperienza, il Portogallo non ce la fara'.

SCOLARI dice che i suoi candidati, non necessariamente in quest' ordine, sono il Brasile, l'Argentina, la Francia, la Germania, la Spagna e il Portogallo. Vengono poi delle squadre nazionali che potrebbero sorprendere, come l'Inghilterra con il Belgio.

MARCEL DESAILLY : Pensa che sia importante ottenere una buona energia all'interno della squadra, che la tenga insieme in ogni situazione. E' anche fondamentale avere alcuni giocatori al meglio. Questo puo' fare la differenza. Per celebrare il 20esimo anniversario della finale del 1998, Francia-Brasile non sarebbe male come finale.

HERNAN CRESPO dice che i favoriti restano sempre gli stessi e che, rispetto a cio' a cui assistiamo oggi nel calcio, i Mondiali saranno piu' aperti di quanto pensiamo, con squadre interessanti. Pensa che ci sara' anche spazio per la sorpresa e che sara'un grande campionato.

_Ci sono grossi nomi in gioco, ma non solo. Nei prossimi episodi parleremo di queste squadre e perche' potrebbero sorprenderci. _