ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il "Miracolo dell'Aquarius".

Lettura in corso:

Il "Miracolo dell'Aquarius".

Il "Miracolo dell'Aquarius".
Dimensioni di testo Aa Aa

Ci troviamo a bordo dell'Aquarius, la nave che ci condurrà nelle operazioni di ricerca e soccorso a fianco di Medici senza frontiere edSOS Méditerranée. Una nave imponente che l'anno scorso ha trasportato 14 mila migranti. Nel mondo si contano 65 milioni di profughi.

I numeri di questa crisi sono impressionanti: dall'inizio di queste operazioni di questo tipo MSF ha trasportato da sola quasi 80.000 dal Mar Mediterraneo.

Per 24 ore l'inviata di EuronewsAnelise Borgesstata a bordo con volontari, medici e per capire cosa li spinga a lasciare i propri cari e amici e imbarcarsi per aiutare il prossimo.

Nel porto di Catania medici e volontari si preparano ad aiutare i migranti nella pericolosa traversata del Mar Mediterraneo.

Gli forniscono vestiti asciutti e puliti, acqua lentamente per combattere la disitrazione. Pronti a salvare 500 migranti.

Alcuni a bordo dell'Aquarius non sono nuovi, per altri si tratta della prima volta

Per una di loro si tratta della sua seconda volta nelle operazioni di salvataggio, ma ha già una storia da raccontare.

Durante la sua prima volta ha aiutato un bimbo a nascere

Ironico che una nuova vita sia iniziata in quella che viene definita come la rotta dei migranti piùletale al mondo. si chiama "Miracolo"

" È stato davvero commovente per me e tutta la squadra, eravamo tutti concentratissimi e anche fuori tutti stavano in rigoroso silenzio aspettando di sapere come sarebbe andata. "

Quando il bimbo ha iniziato a piangere si leggeva felicità sui loro volti." Ha raccontato.

Finora, quest'anno, quasi 700 persone sono morte o scomparse durante l'insidiosa traversata del Mar Mediterraneo. Rendendo operazioni di questo tipo importantissime

Tuttavia, diversi Stati membri dell'UE ritengono che le imbarcazioni umanitarie servano da "fattore di attrazione" per i migranti e inducano di fatto un maggior numero di migranti a mettere a rischio la propria vita.